Elettricista disabile disperato in Russia, di cognome fa Zelensky e nessuno lo assume

0
301 Numero visite

Può capitare, in Russia, di non trovare un lavoro per la sola “colpa” di avere un cognome… sbagliato.

PUBBLICITA

Un elettricista disabile di 45 anni, infatti, è alla disperata ricerca di un’occupazione a Novosibirsk, ma nessuno è disposto ad accettare il suo cognome: Zelensky. A raccontare la storia di Sergei è il quotidiano locale Novosibirsk Online: “In qualsiasi posto io vada, mi sento porre la domanda su un’eventuale parentela con il presidente dell’Ucraina”.

Sergei, che per protesta ha indetto uno sciopero della fame, ha detto che non appena si presenta a un colloquio iniziano le discussioni sulla politica. “Mi chiedono: ‘Ma è lo stesso cognome del tossicodipendente ucraino’? e ‘Perché il tuo parente non ti aiuta?’”. L’uomo – che sottolinea di poter lavorare, nonostante la disabilità – sta cercando un lavoro attraverso il Centro per l’impiego. “Nell’ultimo mese e mezzo, ho fatto tre colloqui. In tutte le occasioni è stata sollevata la questione dei legami familiari con il presidente dell’Ucraina e poi non sono mai stato richiamato”.

Novosibirsk Online ha cercato di contattare il Centro per l’impiego di Novosibirsk per scoprire di più, ma lo staff non ha voluto parlare senza una richiesta ufficiale da parte del Ministero del lavoro e della tutela sociale.

 

Notizia