Airani Iofifteen di Hololive è stata elogiata per aver incorporato la lingua dei segni nel suo debutto in 3D

La star di Hololive Airani Iofifteen è stata elogiata per aver incorporato il linguaggio dei segni nel suo debutto in 3D. La star ha cantato una canzone della band giapponese HANDSIGN, provando i testi della canzone nella lingua dei segni in modo che gli spettatori sordi potessero godersi l'esperienza ⁠ e ha in programma di fare di più in futuro

0
10 Numero visite
PUBBLICITA

di Lee Taejil

PUBBLICITA

Airani Iofifteen ha un talento incredibile in molte cose, comprese le lingue. La star di Hololive Indonesia può parlare sei lingue: inglese, coreano, giapponese, indonesiano, tedesco e sundanese, un dialetto indonesiano locale.

Tuttavia, puoi aggiungere un settimo a quell’elenco attraverso il linguaggio dei segni e la star di Hololive ha ricevuto elogi per essere stata la prima agenzia VTuber a incorporarla in un 3D Live.

Iofifteen ha eseguito una canzone della band giapponese HANDSIGN chiamata Boku ga Kimi no Mimi ni Naru, tradotta come I Will Be Your Ears. La band, sebbene tutti udenti, hanno cercato di portare consapevolezza ai non udenti e alle loro lotte. Ioofifteen, una fan di HANDSIGN, voleva imparare la lingua dei segni per fare lo stesso per i suoi fan.

Ha anche firmato parte della sua conversazione pre-esibizione.

È stato un successo clamoroso, con quelli anche al di fuori del solito fandom del talento indonesiano ⁠, compreso lo stesso HANDSIGN ⁠, che ne hanno preso atto.

“Dopo che ho fatto il linguaggio dei segni, c’erano molte persone che sono venute a guardare”, ha detto dopo il debutto in 3D. “Penso che sia fantastico. Ho ricevuto molti messaggi da coloro che non possono sentire dopo che ho cantato e ballato quella canzone.

“Sono davvero felice di questo ⁠— Credo di essere io quello che dovrebbe ringraziarti. Dissero “Yopi, capisco cosa hai detto quella volta” e io ero tipo “awww”.

“Ho ricevuto anche un messaggio dai membri di HANDSIGN. Infatti mi hanno ringraziato. Ero tipo ‘aspetta, non dovrei essere io a ringraziarti invece?'”

È stato utile anche al di fuori del concerto 3D. Iofifteen ha visto un fan al Comic Frontier, una convention di anime in Indonesia, e ha comunicato usando la lingua dei segni, rendendo la loro giornata indimenticabile” “C’era qualcuno che usava la lingua dei segni indonesiana [SIBI]. All’inizio non parlavo correntemente SIBI ma fortunatamente alcuni dei segni sono simili alla lingua dei segni americana. [ASL] così puoi capirlo.

Ci sono alcune limitazioni con i VTuber che usano la lingua dei segni. Per Hololive, tutte le loro star trasmettono in streaming utilizzando Live2D, il che significa che è difficile catturare i gesti delle mani. Tuttavia, quando Hololive ID si stava preparando per il loro debutto in 3D, Iofi ha fatto uno sforzo consapevole per rendere accessibile la sua performance.

“Quando ho sentito che era possibile per noi tenere un 3D Live, mi sono allenato molto duramente”, ha detto.

“Sono stata la prima persona su Hololive a voler provare il linguaggio dei segni. La mia pratica e le prove sono state un po’ più lunghe delle altre, perché lo staff mi ha detto che era la prima volta che qualcuno voleva provare la lingua dei segni. È stato davvero… wow. È fantastico.”

Non sarà l’ultima volta che Iofi cercherà di incorporare la lingua dei segni nei propri stream: “Se c’è qualche possibilità, tornerò a utilizzare un modello 3D completo, voglio davvero provare di nuovo la lingua dei segni”.

 

Notizia