La vita impossibile dei detenuti disabili in isolamento

0
684 Numero visite
PUBBLICITA

22 ore al giorno in pochi metri quadri, senza assistenza e tra i rifiuti.

PUBBLICITA

di Annalisa Lista

È questa la vita dei detenuti disabili americani in isolamento. Un quadro denunciato dall’American Civil Liberties Union nel suo ultimo rapporto. Dal quale emergono dettagli deplorevoli. Sedie a rotelle spesso malandate e dalle misure non adatte al fisico del detenuto, barriere architettoniche come scalini, porte strette, spazi ridotti, indisponibilità di ausili vitali per ciechi e sordi, quali protesi, materiale scritto in Braille, interpreti e servizi in lingua dei segni. Oltre alla mancanza di assistenza nell’igiene e nella cura personale, che rende difficile, se non impossibile, ai disabili, muoversi ed espletare, senza farsi male e sporcarsi, le loro funzioni vitali. Senza dimenticare la totale assenza di iniziative, corsi e programmi per insegnare ai disabili mentali a comunicare.

Di qui, l’appello urgente lanciato alle istituzioni per inserire questo problema nell’agenda delle priorità.

http://www.west-info.eu/

Notizia