30 anni e tanta soddisfazione

0
1.001 Numero visite

di Aro – Con l’ultima proiezione in presenza del regista Nino Jacusso, che ha risposto alle innumerevoli domande sul suo film “Shana”, si è conclusa la 30esima edizione di Cinemagia, rassegna di film per ragazzi organizzata dal Gruppo genitori locarnese. Migliaia gli spettatori intervenuti, bambini e ragazzi ma anche e sempre più adulti, che hanno accolto con grande attenzione e interesse i 22 lungometraggi e i 6 cortometraggi per un totale di 27 proiezioni, di cui tre in prima visione svizzera.

l_406r

L’organizzazione ha sottolineato come la nuova ubicazione al Teatro di Locarno è stata particolarmente apprezzata, così pure la presenza di innumerevoli giovani volontari, tutti rigorosamente in maglietta rossa, le proiezioni di domenica e mercoledì presentate da giovani presentatrici, il passaggio prima di ogni film di un clip creato da tre giovani studenti di animazione grafica e la proiezione del cortometraggio “Il diario di Diana” prodotto dal Progetto Villa San Quirico, REC e Cinemagia nel 2015. “Elementi che evidenziano il ruolo attivo e di responsabilità dei ragazzi e dei giovani, che Cinemagia intende continuare a stimolare e a favorire”.

Riscontro positivo anche per la proiezione con traduzione in lingua dei segni e per l’esposizione “L’infanzia” alla biblioteca cantonale di Locarno, che ha accompagnato Cinemagia in queste due settimane con le opere di dodici artisti e dodici scrittori attivi in Ticino.

Auguri e complimenti sono giunti da molte parti, anche dall’estero, tra queste quelle del direttore del Festival “Giffoni Experience”, dove da anni i ragazzi del ggl siedono in giuria. Gli organizzatori desiderano ringraziare per la collaborazione Animatou, internatonal animation film festival Ginevra, la Biblioteca cantonale di Locarno, il Circolo del Cinema di Locarno, il Festival del film Locarno, le Giornate cinematografiche di Soletta, l’Organizzazione turistica Lago maggiore e Valli, il Teatro dei Fauni, inoltre il DECS, il Comune di Locarno, La Fondazione Cultura nel Locarnese e il Ciclo di orientamento professionale delle scuole speciali del Sopraceneri.

http://www.tio.ch/

Newsletter