Polonia: piloti per un giorno, corsa in auto per non udenti e non vedenti

0
897 Numero visite

Un’esperienza che non dimenticheranno mai. Diciannove persone non vedenti o prive di udito hanno potuto assaporare il gusto di sedersi al volante di un’auto da corsa e guidarla in pista.

Sembra quasi impossibile, invece, all’aeroporto di Lodz, per l’occasione trasformatosi in un circuito, persone con disabilità totale o parziale hanno partecipato a una gara, completando due giri sotto l’occhio attento di un istruttore, seduto al loro fianco

C_4_articolo_2129746_upiImagepp

Alcuni non avevano mai guidato prima di perdere la vista o l’udito, altri hanno potuto riprovare una sensazione mai dimenticata. Si sono allenati per alcuni giorni prima della competizione, hanno imparato a interagire con gli istruttori che solo toccandoli gli impartivano i comandi di guida e che in ogni momento erano pronti a intervenire. “Quando tocco il ginocchio sinistro, si gira a sinistra, se tocco il destro si gira a destra – ha spiegato un istruttore -.

Se tocco sopra il ginocchio si raddrizza il volante, se tocco sotto si accelera. Se invece tiro il ginocchio si deve frenare”.

Poche indicazioni e tanta reciproca fiducia per una corsa in pista davvero indimenticabile

http://www.tgcom24.mediaset.it/

Newsletter