Non serve l’orecchio per sentire la musica

0
1.500 Numero visite

vibtunesCon Vibetunes ora anche i non udenti possono godersi la musica. É la prima App che permette di ascoltare diversi brani attraverso la percezione tattile delle vibrazioni prodotte dal proprio telefono.

di Beatrice Credi

In questo modo è possibile individuare le note, la loro combinazione oltre al ritmo e alla melodia. Fino all’intera composizione di una canzone. Gli utenti hanno accesso praticamente a tutto il patrimonio musicale esistente. Visto che l’applicazione dà la possibilità di caricare e trasformare in vibrazioni le opere di qualsiasi artista. L’idea nasce dagli organizzatori del Festival internazionale di musica classica e sinfonica di Cartagena. I quali, inizialmente, cercavano un modo che rendesse accessibile l’evento anche ai sordi. Soltanto successivamente è arrivata l’illuminazione di rendere il music player  disponibile per il download su Google Play Store.

http://www.west-info.eu

Newsletter