Europa-Regioni: Ville venete protagoniste mostra a Bruxelles

0
1.089 Numero visite

E’ un tesoro artistico fiorito nel ‘500 e unico al mondo quello al centro della mostra ‘La civiltà delle ville venete: dall’acqua alla terraferma’, fino al 13 novembre a Bruxelles. A raccontarlo una serie di fotografie, pannelli e video, in un’esposizione organizzata al Comitato delle Regioni Ue, dalla Regione Veneto con l’Istituto Regionale Ville Venete, in occasione del semestre di presidenza italiano dell’Ue.

bruxelles_parlamento-europeo“E’ importante proseguire nella valorizzazione del patrimonio artistico del Veneto, un patrimonio unico che è giusto far conoscere anche all’estero” ha spiegato Davide Bendinelli, assessore alle Politiche sociali del Veneto all’inaugurazione. Le ville attualmente catalogate sono 4.241, la maggior parte in Veneto (circa 3.800) e poi in Friuli Venezia Giulia, che nel periodo di pace fra l’inizio del ‘500 e la fine della Repubblica di Venezia (1797) “costituiscono un motore economico, nel Polesine più per l’agricoltura e nella Pedemontana più per attività commerciali, da seta, cuoio e lana” spiega Giuliana Fontanella, presidente dell’Istituto Regionale Ville Venete. la massima esaltazione artistica arriva con l’architettura del Palladio, “un punto di riferimento a livello internazionale” sottolinea Fontanella. Non mancano poi centinaia di affreschi, che includono capolavori di Tiepolo e Veronesi, ma anche tante statue in parchi e giardini. Oltre a salvaguardare, valorizzare e catalogare, un altro obiettivo ora è rendere questi tesori sempre più accessibili, non limitandosi all’abbattimento delle barriere architettoniche. “Villa Venier Contarini di Mira è l’esperienza pilota, ma già in sette ville sono disponibili audio-videoguide per ciechi, sordi, disgrafici e dislessici” racconta Fontanella. (ANSA)

http://www.regione.vda.it

Newsletter