Inyourpalm: l’olio di palma non fa così bene

0
1.305 Numero visite

2arton51505-87de6Un orango si collega attraverso Skype con Lena, una bambina sordomuta. Le chiede aiuto, attraverso il linguaggio dei segni, rivolgendolo una richiesta che potrebbe sembrare insolita: smettere di usare il burro di arachidi con olio di palma perché sta distruggendo la sua casa.

[vsw id=”G32YehcdUAw” source=”youtube” width=”425″ height=”344″ autoplay=”no”]

arton51505-87de6Questo racconta il video della campagna che lotta contro il graduale ma masiccio abbattimento delle foreste indonesiane promossa da Rainforest. L’iniziativa mira a denunciare la riduzione di questa importante risorsa a causa della crescente espansione delle coltivazioni di palma da olio. Ma non solo, il disboscamento non è l’unico problema, la foresta è anche l’habitat naturale degli oranghi che si trovano con sempre meno spazio a disposizione per le loro esigenze. Secondo il Rainforest action network ne restano solo 60.600 in libertà e per questo ha deciso di lanciare una campagna fotografica intitolata “The last stand orangutan: the power is in your palm”.

L’obiettivo è quello di raccogliere 60.600 foto di persone da inviare alle venti principali aziende che producono snack e dolciumi con l’olio di palma per chiedere loro di smettere di usare questo ingrediente legato alla distruzione delle foreste.

Se volete partecipare alla campagna potete visitare il sito inyourpalm.org e partecipare alla discussione su Twitter con l’hashtag #inyourpalm

http://www.agoravox.it

 

Notizie via email