Migliorati i servizi per audiolesi e ipovedenti su tutte le reti TV della SRG SSR

0
1.004 Numero visite

Bern – Anche nell’anno appena trascorso la SSR ha migliorato le prestazioni per audiolesi e ipovedenti. L’azienda sta realizzando con successo l’accordo sottoscritto con le associazioni dei disabili sensoriali. Nel 2012 la SSR ha sottotitolato complessivamente 23 157 ore di programmazione sulle sue reti tv, ovvero il 39,9 per cento del tempo d’antenna (contro il 34% nel 2011, un risultato che segna quindi una crescita del 18%). In tutte e tre le regioni linguistiche è aumentato anche il numero di programmi sottotitolati, attivabili attraverso la pagina 777 del Teletext oppure con le impostazioni del decoder digitale.

aktuelles150x644_01Nel prossimo futuro la SSR intende sottotitolare anche le trasmissioni su internet. Per gli audiolesi, il Telegiornale flash delle ore 18.00 su RSI LA 1 è andato in onda ogni giorno in lingua dei segni.

La SSR ha potenziato anche l’offerta per gli ipovedenti, specialmente nella Svizzera tedesca dove nell’anno in esame 98 programmi sono stati provvisti di descrizione audio grazie a uno scambio con i paesi confinanti di lingua tedesca (ad es. il poliziesco «Tatort»). Lo stesso procedimento – cioè il commento acustico di ciò che accade allo schermo – è stato adottato per un maggior numero di spazi in lingua francese (37). Nella Svizzera italiana, si registrano 24 programmi di questo tipo. Anche la piattaforma internet Swissinfo agevola l’accesso all’informazione agli ipovedenti: offre infatti la lettura con sintesi vocale dei suoi articoli in italiano, tedesco e francese. Basta abbonarsi al servizio e scaricarlo su iTunes o come podcast. La SSR propone questi servizi aggiuntivi per consentire ai disabili sensoriali di usufruire dell’offerta mediatica. Nel giugno 2012 la SSR aveva firmato un accordo con le associazioni degli audiolesi e ipovedenti che prevede un netto miglioramento del servizio.

Fonte: SRG-SSR

http://www.proinfirmis.ch

Newsletter