Addio a Angela Madsen, campionessa paralimpica di atletica e canottaggio

0
17 Numero visite

E’ morta mentre tentava l’ennesima impresa, Angela Madsen: un viaggio in solitaria dalla California alle Hawaii. A darne la notizia è stata la moglie Deb che sui social ha scritto  “Con estrema tristezza devo annunciare che Angela Madsen non completerà la sua solitaria verso le Hawaii .”

Madsen in America era molto nota: faceva parte dei Marines, il corpo militare Usa con l’addestramento più duro, tra i quali si era distinta. Poi, durante una partita a pallavolo, un incidente alla schiena, mal curato, l’ha costretta in carrozzina. Quell’incidente è stato uno spartiacque nella sua vita, a seguito del quale, senza lavoro e senza più soldi, per un certo periodo ha vissuto per strada. Una fase difficile da cui è uscita buttandosi, non appena le è stato possibile, nello sport, dall’atletica (lancio del peso e del giavellotto) al canottaggio, con cui ha vinto numerose medaglie d’oro ai campionati mondiali di canottaggio e un Bronzo alle paralimpiadi di Londra.

Ha continuato a remare attraverso gli oceani Indiano e Atlantico e ha anche circumnavigato la Gran Bretagna.  Ad aprile, poi, è partita per l’ennesima sfida, dalla California alle Hawaii, viaggio che, se tutto fosse andato  come previsto, si sarebbe dovuto concludere nei prossimi giorni.

 

Non è chiaro ancora come Madsen sia morta, anche se l’ipotesi considerata più probabile è che riparare un avaria della barca sia entrata in acqua e lì, poi, annegata

Newsletter