L’Enac ha deciso di avviare una verifica sull’assegnazione di posti a pagamento nelle compagnie “a basso costo” dopo aver ricevuto “reclami e segnalazioni da parte di passeggeri che hanno lamentato recenti disservizi riguardo alla procedura di assegnazione dei posti sull’aeromobile che non consentono ai genitori di sedersi accanto ai propri figli minori, né ai familiari di stare accanto a persone disabili e a ridotta mobilità, se non dietro pagamento di una tariffa aggiuntiva, a volte superiore al costo del biglietto aereo”.

Redazione di Travel No Stop

All’esito della verifica, se le denunce dei passeggeri troveranno conferma, l’Enac adotterà “i necessari provvedimenti per ristabilire le corrette pratiche commerciali nel rispetto della sicurezza aerea”.

Il tema è stato al centro di un incontro tra il presidente designato dell’Enac, Pierluigi Di Palma e il direttore generale, Alessio Quaranta.

Intanto, sempre al fine di rafforzare il presidio anche nella tutela dei diritti dei passeggeri,  l’Ente, all’esito della pubblicazione dell’avviso in Gazzetta Ufficiale, divulgherà sul proprio sito i bandi di concorso relativi alle procedure di assunzione per circa 200 unità: 10 dirigenti di livello non generale, di cui 6 dirigenti amministrativi e 4 dirigenti tecnici; 91 ingegneri professionisti; 72 funzionari area tecnico-economico- amministrativa; 6 funzionari informatici area tecnico-economico -amministrativa; 2 avvocati professionisti.

 

Notizie via email