Toyota è il brand-auto più prestigioso e svela tecnologie inedite

0
847 Numero visite

Dopo aver mantenuto (sebbene sul filo di lana) la leadership mondiale nelle vendite 2014, con 10,23 milioni di unità contro i 10,14 del Gruppo Volkswagen, Toyota ha centrato un altro prestigioso obiettivo: si è confermato (per l’8ª volta dal 2006) il marchio automobilistico più prestigioso al mondo in base alla classifica BrandZ Top 100 Most Valuable Global Brands 2015.

piero bianco

Toyota-kPHI-U105042535191883C-700x394@LaStampa_it

Lo studio viene realizzato raccogliendo le opinioni di oltre due milioni di consumatori in 30 diversi Paesi. Infatti la percezione che i consumatori hanno di un marchio è fondamentale per determinarne il valore.

La Casa nipponica è particolarmente impegnata nello sviluppo delle alimentazioni alternative. Nel 1997 Toyota è stata pioniere nella produzione dei veicoli Full Hybrid, le cui vendite a livello globale oggi hanno superato i 7 milioni, e lo scorso anno ha lanciato la prima berlina al mondo alimentata a idrogeno, Mirai, già disponibile in Giappone e in arrivo negli Stati Uniti e in alcuni Paesi Europei nella seconda metà del 2015.

Ma c’è un lato meno evidente, eppure altrettanto importante, a cui l’azienda giapponese dedica studi e risorse: è quella dell’impegno sociale. Perché la tecnologia avanzata può assolvere anche questo ruolo. Un esempio curioso viene dal Torino Jazz Festival, di cui Toyota è sponsor. “Non siamo soltanto produttori di automobili – ha spiegato l’amministratore delegato della filiale italiana, Andrea Carlucci – vogliamo generare innovazione, anzi human innovation che è quella dedicata al miglioramento della vita delle persone”.

L’idea – che contribuisce a migliorare l’immagine del brand – è coinvolgere nella passione per la musica i sordi. Sembra un miracolo, invece è una realtà (letteralmente) palpabile. Il Sensitive Concert di Toyota è nato per questo e utilizza una tecnologia ideata ad hoc, le Sensitive Spheres, delle “bolle hi-tech” che integrano la percezione uditiva con stimoli tattili e visivi per far vivere alle persone sorde l’esperienza della musica. Come funziona? La musica è tradotta in vibrazione, luce e colore da un sistema di sfere vibranti e colorate, e un insieme di fonti luminose diverse. Ritmo e tonalità del suono sono percettibili proprio attraverso la vibrazione delle Sensitive Spheres. Le barre led, le luci stroboscopiche e le teste mobili installate al concerto sono associate a frequenze diverse del suono. Mentre il colore esprime il mood della musica. Ad esempio, una musica dolce produrrà delle tonalità rosse, una musica fredda delle tonalità blu.

Basta appoggiare le mani sulle Toyota Sensitive Spheres durante il concerto e lasciarsi guidare dalle vibrazioni e dalle luci, per vivere la musica in un modo nuovo, mai provata prima. Anche con queste iniziative, che nulla c’entrano con l’auto (ma esprimono tecnologia evoluta) i brand scalano le classifiche di gradimento.

http://www.lastampa.it

Newsletter