Al Celletti di Formia la diversità è opportunità. Festa di fine anno all’insegna dell’inclusione

0
42 Numero visite

di Daniela Pesoli – La festa di fine anno, tenuta nei giorni scorsi nell’ istituto “Celletti” di Formia, ha permesso di mettere in luce le attività della scuola che si contraddistingue per l’inclusione degli alunni diversamente abili.

La cena che ha chiuso la serata, rallegrata da canti e balli ispirati al tema natalizio, ha visto protagonisti i ragazzi con disabilità che hanno curato il servizio ai tavoli e il buffet dell’aperitivo, mentre uno di loro ha fatto parte anche della brigata di cucina.

“Uno dei settori curati presso il “Celletti” – spiegano dalla scuola diretta da Monica Piantadosi – è quello che riguarda la disabilità sensoriale uditiva: negli anni molti studenti sordi hanno frequentato l’istituto di Formia e questo ha dato l’opportunità per sviluppare percorsi di sensibilizzazione alla Lis (lingua dei segni italiana), rivolti sia agli studenti udenti che al corpo docente ed al territorio, tenuti da Katia Macelloni, interprete e docente Lis, oltre che assistente alla comunicazione”

La scuola, infatti, ha anche il coro TeatraLis, esempio di come lo svantaggio uditivo sia diventato una opportunità di comunicazione per un intero gruppo di alunni, non solo sordi, ma anche udenti o con altro tipo di handicap.

Durante la serata, il coro si è esibito insieme ai ragazzi del progetto “Insieme si può – la scuola per il territorio” a cura della cooperativa “Nuovo Orizzonte” di Formia.

Home

Newsletter