Perugia, la convenzione Onu e i diritti dei disabili: salute, studio e divertimento

0
103 Numero visite

Piazza IV Novembre a Perugia si è vestita a festa nella mattinata di venerdì 3 maggio per accogliere la 13edizione di «Diversamente Creativi».

La manifestazione – spiegano gli organizzatori in una nota – è ormai diventata un appuntamento fisso, quest’anno ancora più sentito grazie alla firma di un protocollo di intesa che renda esecutiva sul territorio regionale la Convezione Onu sui diritti delle persone con disabilità. «Siamo nel pieno di ‘Diversamente Creativi’ – ha esordito Liana Cicchi, presidente del Consorzio Auriga – siamo arrivati quest’anno alla tredicesima edizione, una manifestazione che si ripete ogni anno per lanciare un messaggio che è quello di piena inclusione di persone con disabilità». La Cicchi ha ricordato l’incontro di marzo alla Sala dei Notari: «C’eravamo lasciati il 22 marzo alla Sala dei Notari con il Convegno sulla Convezione Onu sulle persone con disabilità, con l’intento di siglare oggi un protocollo d’intesa per sancire il diritto alla salute, allo studio, al divertimento. Oggi ogni soggetto presente in piazza cercherà di rappresentare un diritto: è una festa fatta all’insegna del pieno riconoscimento dei diritti delle persone con disabilità. Il messaggio è quello di sensibilizzare la comunità intera e lo facciamo attraverso i ragazzi che saranno i cittadini di domani: è attraverso di loro che dobbiamo costruire una società più coesa».

Perugia vestita a festa L’assessore comunale Edi Cicchi ha spiegato: «Oggi Perugia non solo è vestita a festa ma affronta il tema della Convezione Onu sui diritti della disabilità, che ci deve vedere tutti coinvolti. Perugia ha fatto già sua la convenzione e ora dobbiamo renderla concreta affinché le persone con disabilità possano avere gli spazi che meritano, come tutti gli altri. Una città deve essere inclusiva e permettere ai disabili di avere una vita indipendente».

_Home

Newsletter