Nasce il distretto italiano di prodotto turistico accessibile e prenotabile online da tutti

0
768 Numero visite

Fish e Fand con eTravelDistrict e V4A® danno vita al Distretto Italiano di prodotto Turistico Accessibile e Prenotabile OnLine grazie al quale 13 milioni di italiani con esigenze di accessibilità potranno scegliersi la vacanza e finanziare le Associazioni Italiane che rappresentano le persona disabili.

vacanze

Un’indagine Doxa del 2015 stima che il 16,4% delle famiglie italiane abbia esigenze di accessibilità durante le vacanze. Secondo l’ISTAT sono circa 13 milioni, in Italia, le persone di 15 anni e più con limitazioni funzionali, invalidità o cronicità gravi, pari al 25,5% della popolazione residente di pari età. Di queste circa 3 milioni ha limitazioni gravi, cioè il massimo grado di difficoltà in almeno una tra le funzioni motorie, sensoriali o nelle attività essenziali della vita quotidiana. In termini di valore di mercato stiamo parlando di almeno 3 miliardi di euro. Ma questo tema non riguarda solo i disabili censiti ma tutti, e quindi anche il mercato interessato è molto più ampio.

TUTTI, infatti, almeno una volta nella vita sperimentano problemi di accessibilità per se o per i propri amici o parenti; spesso senza nemmeno rendersene conto, improvvisando soluzioni, o rinunciando a trovarne, convinti che sia “mission impossible”. Invece, affrontando il tema dell’accessibilità in modo professionale e sistematico, si scopre che la soluzione è più semplice di quanto immaginato. Per soddisfare un domanda così ampia ed esigente non bastano pezzi di informazioni, prodotti e servizi sparpagliati senza coerenza e senza integrazione.

La qualità e attendibilità delle informazioni sull’accessibilità delle strutture è il fattore discriminante tra una vacanza normale o impossibile. Ma solo il cliente con esigenze di accessibilità può sapere con precisione quali informazioni sono utili e importanti per permettergli di decidere dove andare in vacanza, quindi la soluzione è fargli trovare le informazioni che gli servono.

A questo tipo di cliente, che è sicuramente tra i più esigenti e sofisticati del mercato, servono misure e informazioni oggettive e affidabili sull’accessibilità (distanze, materiali, pendenze etc) e serve un sistema di booking creato ad hoc che sia in grado di gestire queste informazioni permettendo ricerche del tipo: “struttura turistica vicino al mare con percorsi (fino all’acqua) e alloggi accessibili con carrozzina larga 52 cm. Ristorazione con menu senza lattosio per i propri figli”.  In particolare questo tipo di cliente deve poter scegliere quale, tra le camere libere e adatte alle sue esigenze, prenotare ed avere la conferma in tempo reale (online) con il numero di camera riservata; infine, il cliente deve poter sapere se, nei dintorni, può fare escursioni, corsi e attività adatti alle sue esigenze di accessibilità, per poter prenotare ciò che desidera insieme al soggiorno.

Per soddisfare adeguatamente una domanda così ampia ed esigente ci vuole un ecosistema digitale di prodotto turistico accessibile a cui tutti gli operatori possano partecipare, pubblicando le proprie offerte o creandone di nuove. L’eTravel District è questo ecosistema che non si limita ad esserne il contenitore perché portatore di una rivoluzione del modo di fare travel ecommerce.

L’eTravel District non si ispira ai modelli delle OLTA (online travel agency come booking.com, expedia, lastminute o tripadvisor), ma a quelli dei Distretti Italiani. L’innovazione, di matrice tutta italiana, riguarda gli algoritmi di ricerca e di indicizzazione delle offerte, i sistemi di affiliazione, quelli di promozione e distribuzione delle commissioni, nonché le politiche di prezzo e degli sconti.

Una rivoluzione nel modo di fare e-commerce che mira a creare un sistema aperto, indipendente, non discriminatorio, trasparente e solidale. Ovvero che distribuisca ricchezza tra tutti gli attori e non che la concentri in mano di pochi. Coinvolgendo nella distribuzione della ricchezze generata anche le principali Federazioni e Associazioni dei Disabili che sono infatti partner dell’iniziativa.  In particolare alle associazioni andranno i milioni di euro che, con un modello tradizionale di business tipo OLTA, sarebbero stati spesi in pubblicità su Google o Facebook.

Una rivoluzione culturale, economica e tecnologica basata sulla trasparenza ed il coinvolgimento di tutti glia attori del mercato: clienti, associazioni, federazioni, operatori turistici ed in particolare ogni tipo di struttura ricettiva. Perché, è bene ricordarlo, TUTTE le strutture turistiche sono in grado di soddisfare alcune esigenze di accessibilità. Ad esempio una struttura può non essere adatta ad accogliere un turista in carrozzina, ma essere perfetta per un sordo. Nello stesso tempo, NESSUNA struttura turistica può soddisfare tutte le esigenze di accessibilità. 

Questa iniziativa sarà presentata Venerdì 9 ottobre alle ore 17 durante TTG incontri, la più importante manifestazione dedicata agli operatori del settore, che si terrà nei padiglioni della fiera di Rimini.

Presidente FISH – Falabella Vincenzo – : “Siamo diventati partner di questa iniziativa prima di tutto per offrire ai nostri associati la possibilità di scegliere e prenotare le proprie vacanza in tranquillità e senza spiacevoli sorprese sul posto. La vacanza è un diritto, oltre che una opportunità, che consentirà la realizzazione del diritto all’inclusione delle persone con disabilità. Secondariamente pensiamo che lavorando in sinergia con gli operatori turistici potremmo recuperare gran parte della ricchezza generata dai siti di travel e-commerce che ora esce dal nostro paese impoverendo tutto il nostro tessuto economico”

Presidente FAND – Franco Bettoni – : “Ciò che ci rende orgogliosi ed entusiasti di essere partner di questa iniziativa è l’idea di poter creare decine e forse anche centinaia di posti di lavoro per in nostri associati. Posti di lavoro altamente qualificati e stabili. Sarà un percorso lungo e difficile ma noi siamo abituati ad affrontare e superare ogni tipo di barriera. Sicuramente le soddisfazioni ripagheranno gli sforzi anche dal punto di vista economico perché i valori in gioco sono enormi”.

Ettore Galassi, ex responsabile risorse umane di Venere.com: “Sono convinto che lo sviluppo di questa iniziativa porterà grandi opportunità occupazionali per le persone disabili italiane che vorranno coglierle. Ho già visto qualcosa di simile accadere in Venere che infatti impiegava parecchi professionisti con diverse tipologie di disabilità in varie posizioni anche di grande responsabilità e specializzazione.”

Roberto Vitali, CEO V4A® “Tutto il distretto si basa su un semplice ma fondamentale cambio di prospettiva: Non esistono strutture turistiche che non siano in grado di rispondere ad almeno una esigenza o un bisogno di accessibilità. Ciò che manca sono le informazioni corrette e affidabili che consentano di fare una scelta informata e responsabile in base alle proprie aspirazioni, desideri, esigenze, senza dimenticare le esigenze di chi viaggia in compagnia. Informazioni senza le quali non si possono soddisfare le esigenze di tanti clienti così esigenti”:

Andrea Elestici, AD FastPrototypingLab e co-fondatore EtravlDistrict: “Abbiamo deciso di provare a scardinare tutte le regole dei sistemi attuali di travel e-commerce per vedere se fosse possibile distribuire ricchezza invece che concentrarla in mano di pochi “monopolisti” esteri. In realtà è bastato ispirarsi a quanto accade da anni nei distretti Italiani ed il gioco è fatto. Se tutto andrà per il verso giusto l’Italia tutta sarà un nazione più ricca perché questo approccio potrà essere replicato in molti altri ambiti”.

Dino Bortolotto, AD infotech e co-fondatore dell’eTravelDistrict: “ come imprenditore e uomo ho sempre creduto nei sistemi aperti, indipendenti e non discriminatori; quindi sono felice di poter mettere in condivisione la nostra piattaforma tecnologica realizzata in oltre 15 anni di lavoro e investimenti. Una piattaforma già usata da grandi operatori nazionali ed internazionali quindi assolutamente testata e affidabile, che abbiamo modificato nei mesi scorsi proprio per renderla adatta anche a gestire le informazioni necessarie a questo tipo di clientela. Ci siamo riusciti e siamo sicuramente i primi al mondo ad avere un realizzato un sistema così specifico e nello stesso tempo universale”.

Paolo Audino, Direttore Business Unit Turismo Rimini Fiera. “Seguiamo l’iniziativa con grande attenzione, gli sviluppi che sta avendo si prospettano rivoluzionari per tutto il nostro settore che ha spesso visto l’e-commerce come una minaccia o una chimera tecnologica che richiedeva capitali enormi per essere affrontata. L’idea, tutta Italiana, di creare un distretto invece della tradizionale OLTA pensiamo sia un’opportunità imperdibile per tutti gli operatori della filiera che si incontrano durante la nostra manifestazione: dagli agenti di viaggio alle start-up, passando per albergatori e Tour Operator. In particolare il fatto di aver ampliato le sue funzionalità per soddisfare la domanda così esigente e sofisticata dei prodotti turistici accessibili rende l’iniziativa ancora più promettente e ricca di potenziali sviluppi.”

FISH, Federazione Italiana Superamento dell’Handicap. E’ una organizzazione ombrello a cui aderiscono alcune tra le più rappresentative associazioni, impegnate, a livello nazionale e locale, in politiche mirate all’inclusione sociale delle persone con disabilità.

FAND Federazione tra le associazioni Nazionali delle Persone con Disabilità. E’ una organizzazione ombrello a cui aderiscono alcune tra le più rappresentative associazioni, impegnate, a livello nazionale e locale, in politiche mirate all’inclusione sociale delle persone con disabilità.

Village for all – V4A®  Marchio Qualità Internazionale Ospitalità Accessibile che garantisce, attraverso le proprie informazioni, alle persone con disabilità permanente o temporanea, motoria, limitazioni sensoriali (ciechi e/o sordi), allergie e intolleranze alimentari, agli anziani, diabetici, dializzati, persone obese e alle famiglie con bambini piccoli, di poter scegliere un Hotel, un Agriturismo, uno Stabilimento Balneare, un Museo, ecc… V4A®  ha ideato insieme a FastPrototypingLab e Infotech l’eTravelDistrict di prodotto turistico accessibile.

FastPrototypingLab: è un generatore e prototipatore di start-up soprattutto nell’e-travel. Le idee sono, per lo più, frutto del lavoro e delle intuizioni dei soci che si autodefiniscono working investors proprio per valorizzare la doppia anima del loro ruolo. Le idee migliori vengono sviluppate in concept completi e testati sul mercato con dei prototipi, in vari iterazioni. Se superano i test vengono lanciate come start-up ingaggiando in team tra aspiranti imprenditori e manager. Il FastPrototypingLab ha ideato insieme V4A e Infotech l’eTravelDistrict di prodotto turistico accessibile.

Infotech: è una software house e Internet Service Provider che ha sviluppato la piattaforma su cui si basa l’eTravelDistrict in oltre 15 anni di progettazioni, ingegnerizzazioni e ottimizzazioni per svariati clienti tra cui Boscolo Group, Amadeus, Federalberghi, CTS, Datagest, Dophin, SIAP e il gruppo Bravofly. Infotech ha ideato insieme a FastPrototypingLab e V4A l’eTravelDistrict di prodotto turistico accessibile.

TTG Incontri è il principale marketplace del turismo b2b in Italia. 52° edizioni nel 2015. Si svolge ogni anno a ottobre e, con oltre 60.000 presenze, è l’evento clou dell’anno per il settore, la fiera in cui tutta l’industria dei viaggi (nazionale e internazionale) si riunisce per contrattare, fare networking, attivare nuovi business, confrontarsi, trovare nuove idee. Oltre 130 le destinazioni rappresentate, 4 le aree tematiche: Global Village, The World, Europa e Italia.

MEDIA PARTNER – Disabili.com

Ufficio Stampa V4A®  Roberto Vitali

#FattiPrenotABILE – more info QUI

#FattiPrenotABILE – Pagina FB QUI

Notizie via email