Venezia: senza casa da 5 mesi, disabile tenta di darsi fuoco

1
1.133 Numero visite

venezia

Un gesto estremo ed eclatante, dopo che per l’ennesima volta le sue richieste di aiuto si sono scontrate contro la burocrazia. Non è casuale la scelta di un disabile che venerdì mattina poco dopo le 12 ha minacciato il suicidio al piano terra di Ca’ Farsetti, cospargendosi di benzina e annunciando l’intenzione di darsi fuoco. Accendino in mano. Poco prima aveva chiesto per l’ennesima volta un contributo alla macchina comunale.

7 luglio 2015

 

Subito le persone presenti nella struttura si sono radunate intorno all’uomo, F.P., 53 anni, non nuovo a proteste anche a mezzo stampa, come per esempio quando chiese la possibilità di ottenere un posto barca riservato ai disabili a Ca’ Farsetti. Tra gli altri, lo stesso sindaco Luigi Brugnaro ha intavolato una trattativa nel tentativo di farlo ragionare. Il veneziano infatti ha inscenato l’estrema forma di protesta per reclamare un alloggio per sé e la propria compagna, a quanto pare costretti a vivere in una barca dopo essere retrocessi nella graduatoria per l’assegnazione di un appartamento. “Da cinque mesi non ho altro posto dove dormire – racconta – da quando a dicembre il mio socio è scappato con tutti i soldi. Gestivo un ristorante a Murano, ma quando le cose andavano bene i miei parenti si facevano sentire. Ora invece non abbiamo più nessuno”.

.veneziatoday.it

http://www.imolaoggi.it

Newsletter

1 commento