Cristiani per Servire, in anno misericordia “necessarie risposte concrete”

0
2.843 Numero visite

In occasione dell’Anno della misericordia “sono necessarie e incontrovertibili concrete risposte verso il disagio sociale, le invalidità, le disabilità sia fisiche che psichiche delle persone per una migliore qualità del vivere civile”. Ad affermarlo è Franco Previte, presidente dell’associazione “Cristiani per servire”.

Misericordia-de-Dios

L’Anno giubilare, auspica in una nota, “sia anche il tempo del ripensamento su diverse questioni che spesso impediscono partecipazione, programmazione, lavoro, trasparenza e legalità per realizzare non solo grandi opere, ma incoraggiare anche una nuova cultura della solidarietà verso il prossimo, il sociale, la persona”. Il Giubileo sia “un momento di riappropriazione culturale, etica, morale delle nostre città, dei nostri paesi” nel quale venga dato più spazio alle “varie periferie della sofferenza” che “hanno bisogno della luce del Vangelo”.

Da Previte, infine, il rinnovato auspicio di una pastorale che “graviti e intervenga verso il mondo della disabilità, della sofferenza, del dolore non solo dei ‘protagonisti’, ma anche delle loro famiglie ampiamente impegnate verso le necessità dei loro congiunti”.

Newsletter