“Roma non è una città per disabili”

0
436 Numero visite

E’ il grido d’allarme di Ileana Argentin, deputata del Partito Democratico, costretta su una sedia a rotelle da una grave malattia.

La parlamentare ha duramente criticato il sindaco Ignazio Marino e l’assessore alle Politiche sociali della Capitale Francesca Danese, rei a suo dire di non fare abbastanza per risolvere le gravi problematiche con cui sono costretti a convivere i portatori di handicap nella Città Eterna. Che è tutt’altro che accessibile a chiunque.

UpkPfA5XLjgE2NPHQmUP+kPMqZiuS43aueAU9unQYhg=--

“A Roma ci sono ancora grandi difficoltà a garantire l’assistenza alle persone con disabilità. Il Comune è allo stremo delle forze e ai minimi termini economicamente. Di conseguenza, vengono forniti sempre meno servizi sociali alle persone che vivono uno status di handicap. Cari assessora Danese e sindaco Marino, capisco tutte le beghe e il dramma di ‘mafia capitale’ ma qualsiasi realtà sociale è ormai imprigionata da un immobilismo che fa sentire sempre più soli e trascurati gli ultimi”, si sfoga la Argentin, da sempre attiva sul fronte delle politiche sociali e portavoce dei disabili.

On.le Ileana Argentin
On.le Ileana Argentin

Senza contare che con il sole cocente di questi giorni per i disabili è tutto ancora più difficile. “Non possiamo continuare a guardare mentre il caldo sta amplificando le sofferenze delle persone più deboli. I molti iscritti nelle liste d’attesa per ottenere l’assistenza domiciliare e indiretta non ce la fanno più”, ha scandito la Argentin.

E sul toto nomine relativo all’ormai certo rimpasto della giunta capitolina, ha commentato: “Leggo sui quotidiani che forse l’onorevole Marco Causi sarà il prossimo vice sindaco di Roma. Questo mi rassicura e mi dà fiducia per il domani, in quanto conosco bene Marco che insieme a me ed altri ha fatto parte dell’ex Giunta Veltroni. Morassut o Causi, purché la carica di vicesindaco abbia una punta di diamante. Se fosse Causi – ha concluso – sono certa che i conti torneranno”.

http://www.ilgiornaleditalia.org

Newsletter