Cristiani per Servire, “Contrastare forme impietose di stigma e pregiudizi”

0
1.236 Numero visite

“L’Instrumentum Laboris del Sinodo sulla famiglia ha messo in risalto, oltre l’importanza della famiglia nella società, quella delle categorie fragili e dimenticate, come gli anziani, ai quali va riconosciuta ‘dignità e speranza’, e come i disabili che vanno tutelati per contrastare ‘le forme impietose di stigma e pregiudizi’”.

umilia_disabile--400x300

Lo scrive in una nota il presidente dell’associazione “Cristiani per Servire”, Franco Previte. Riferendosi al dovere di “garantire, difendere e valorizzare la qualità possibile di ogni vita”, richiamata dal documento sinodale, il presidente sottolinea “le perplessità e le preoccupazioni da molti sollevate circa il futuro dei disabili portatori di limitata autonomia (quali invalidi civili totali, parziali, sordi, sordomuti, ciechi, handicappati psichici che non hanno redditi personali o quelli di modesto importo)”.

Previte rinnova l’invito al mondo politico perché vengano approntate le leggi di tutela di queste categorie e suggerisce anche “la costituzione di un ‘Fondo speciale economico unico, definito ‘dopodinoi’, ampiamente richiesto da lungo tempo alle istituzioni ed auspicato lungamente dalle famiglie interessate”. Esprime infine la gratitudine nei confronti di Papa Francesco e della Chiesa per l’attenzione particolare rivolta a queste categorie più deboli e per gli inviti all’accoglienza e al sostegno.

http://www.agensir.it

Newsletter