Disabile disturba, il vescovo lo caccia dalla chiesa

0
810 Numero visite

Fatto uscire dalla chiesa perché disturbava. E’ accaduto durante la cerimonia delle cresime. Tra i cresimandi un ragazzo di 15 anni. In chiesa per la messa il “fratellone” Massimiliano di 25.

messaSolo che Massimiliano, ragazzo disabile, è talmente felice di trovarsi in mezzo a così tanta gente da continuare ad urlare, a battere le mani e a saluta il fratellino che stava facendo la cresima.

Gesti anche dolci, divertenti – raccontano i presenti – che però hanno evidentemente infastidito il vescovo che si è rivolto ai genitori di Massimiliano non appena il ragazzo ha smesso di urlare: “Posso continuare?”, la domanda polemica.

Massimiliano, però, poco dopo ha ripreso a chiamare il suo fratellino e a battere le mani. Così il padre, in imbarazzo dalla precedente frecciata del vescovo, ha deciso di portarlo fuori. Un’uscita accompagnata dal commento del vescovo: “Sì, ecco, forse è meglio se lo portate fuori. Qui lui non sta bene”.

http://www.articolotre.com

Newsletter