Autismo: Previte (Cristiani per Servire), “Genitori molto preoccupati per i tagli”

0
1.141 Numero visite

La sanità pubblica, sulla base della “spending review”, ha previsto tagli per l’autismo, rispetto al fabbisogno del Servizio Sanitario Nazionale.

img1024-700_dettaglio2_bimbo-genitoriA ricordarlo è Franco Previte, presidente dell’Associazione “Cristiani per servire”, proprio nella giornata in cui è stata presentata in Vaticano la Conferenza internazionale promossa su questo tema dal Pontificio Consiglio per gli Operatori Sanitari. “I genitori – denuncia Previte – sono molto preoccupati per la carenza di interventi di natura legislativa e sanitaria dei servizi pubblici e della diagnosi inerenti la salute ed in particolare il disagio mentale ,che annovera anche l’autismo, soprattutto per i mancati provvedimenti necessari alle cure dovuti al risparmio sociale”.

“Non è quindi vana – commenta – la riflessione su come la Chiesa cattolica possa offrire un aiuto alle persone colpite da tali malattie ed alle loro famiglie e quali provvedimenti intendono prendere le Istituzioni nella disciplina di Bilancio nello spendere le risorse finanziarie e ridurre tagli al Servizio Sanitario Nazionale”. “Nel suo mandato spirituale – ricorda Previte – la Chiesa Cattolica invita con umiltà tutti a sostenere i più deboli e per quanto possibile alleviare la sofferenza umana, quali buoni samaritani che hanno soccorso il ferito sulla strada di Gerico e lo stesso Santo Vangelo propone l’azione di aiuto del prossimo, nel tenebroso tunnel umano e relazionale”.

Newsletter