Argentin (Pd), famiglie chiedono aiuto, urgente la legge sul dopo di noi

0
1.017 Numero visite

“La legge sul Dopo di noi è urgente, le famiglie continuano a chiedere aiuto”. Lo afferma la parlamentare del Pd, Ileana Argentin, al termine delle audizioni delle associazioni di categoria in commissione Affari sociali della Camera.

On.Le Ileana Argentin
On.Le Ileana Argentin

Oggi sono intervenute l’AUSER, il CNCA, l’Associazione Tuttinsieme, l’AVI, la fondazione Dopo di noi e la fondazione Dopo di noi Bologna, la comunità Capodarco di Grottaferrata, la Fondazione genitori per l’autismo, la Fondazione girasole, l’Associazione risveglio e l’ANGSA.

“Sono entusiasta del confronto e degli spunti emersi oggi ”, spiega Argentin, che è prima firmataria di una delle quattro proposte di legge all’esame della commissione, “perché sono tante le esigenze dei familiari di persone con disabilità. A partire dal “durante noi”, ossia dalla necessità di organizzare un percorso mirato all’autonomia dei disabili anche durante la vita in famiglia e dal trust, considerato una possibile soluzione per i soggetti con ritardi mentali. Un concetto condiviso da tutti”, spiega ancora, “è quello del progetto individuale che punta a superare ogni forma di istituzionalizzazione. L’Agenzia per la vita indipendente, Avi, ha rivendicato il rispetto dell’articolo 19 della Convenzione Onu sull’inclusione nella società e le associazioni dei familiari chiedono aiuto perché non ce la fanno più. Per tutti”, aggiunge, “è fondamentale che ci sia meno burocrazia, e che per le comunità alloggio si possano utilizzare appartamenti normali senza gli standard ospedalieri richiesti oggi. Voglio sottolineare”, conclude, “che al centro della norma c’è la persona disabile: il Dopo di noi ha una dimensione assolutamente sociale e non sanitaria e non bisogna associarlo a strutture sanitarie, perché il suo obiettivo è dare impulso a un processo di inclusione sociale come indicato dalla Convenione Onu.

Farò una battaglia per arrivare prima possibile all’approvazione del testo unico della legge in commissione”.

http://www.agenparl.com

Newsletter