Helen Hunt e il sesso con un disabile

0
1.305 Numero visite

l 21 febbriao arriva nelle sale il film “The sessions”

Foto dal web
Foto dal web

Un film tratto da una storia vera, in cui il protagonista disabile costruisce con la scoperta del sesso un rapporto di grande intimità e complicità con le donne. “The sessions” arriva nelle sale il 21 febbraio e mostra per la prima volta, a cinquant’anni, Helen Hunt senza veli nei panni di una terapista. Protagonista è Mark (John Hawkes), un uomo costretto in un polmone d’acciaio che si affida a una partner surrogata per perdere la verginità.

La storia ripercorre la vicenda del giornalista e poeta Mark O’ Brien (morto nel 1999 a 49 anni), paralizzato dal collo in giù per colpa della poliomelite e costretto fin da bambino a molte ore ogni giorno di polmone d’acciaio. La Hunt – candidata agli oscar come migliore attrice non protagonista – interpreta Cheryl Cohen-Greene, “surrogato sessuale” che aiuta Mark a riappropriarsi della sua sessualità. Per la parte Helen ha anche accettato delle scene di nudo: “Ho letto la sceneggiatura ed era così bella e rara che ho detto sì prima di pensare alle implicazioni”, ha spiegato l’attrice alla Cbs. Mentre Hawkes per prepararsi ha trascorso varie settimane ad imparare come comporre un numero di telefono e a scrivere a macchina con un bastoncino mosso dalla bocca, alla maniera di O’ Brien. Inoltre ha voluto sperimentare lo stare chiuso in un polmone d’acciaio.
Newsletter