“Fiabe sonore e video in LiS”: per far sognare tutti i bambini

Il progetto presentato nella Sala delle Baleari: favole audio e con in lingua dei segni attraverso card-usb. Nel nome di Marianeve

0
28 Numero visite

di Enrico Mattia Del Punta

PUBBLICITA

Fiabe all’insegna della multimedialità accessibile. È con questo spirito che ieri mattina in Sala delle Baleari al Comune di Pisa è stato presentato il progetto Fiabe Sonore e Video in Lis (Lingua dei segni italiana), con il libro “La Befana spaziale e altri racconti”, testi di Nonna Lela, illustrazioni di Fabio Leonardi, Pacini editore e di cui è stata fatta una breve lettura dimostrativa davanti agli alunni della terza elementare Nicola Pisano.

Il progetto ha l’obiettivo di rendere la lettura solidale ed accessibile a tutti i bambini, attraverso il formato card usb (colorata e tascabile) contenente le fiabe sonore dei racconti presenti nel libro e i corrispettivi video in Lis. Questa card, come le altre due precedenti è stata realizzata da “Il sorriso di Marianeve-GMA onlus” con la collaborazione dell’Associazione “Il Gabbiano” e del “LaAV-Circolo dei Lettori ad Alta Voce di Pisa”.

“Uno degli scopi del progetto è quello di raccogliere fondi per costruire una quarta scuola in Etiopia – spiega Elisa Cacelli, mamma di Marianeve – per questo abbiamo pensato a farlo bene, continuando ad inventare dei modi per rendere le fiabe più accessibili a tutti”.

Alla giornata patrocinata dal Comune di Pisa anche l’assessore alle politiche socioeducative e scolastiche, Sandra Munno: “Ho accolto con molto piacere il progetto di diffondere nelle scuole una lettura che può essere agevole per tutti – dice l’assessore – diffondere il più possibile questa cultura di accessibilità fa parte del mio assessorato, penseremo sicuramente ad un progetto per portarlo nelle scuole pisane”. Questa card, inoltre, è il frutto di un progetto condiviso con l’Avis comunale di Pisa, patrocinato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pisa. Per questo la card contiene anche brani tratti dal libro “ConVivere”, scritto da Paolo Ghezzi con Laura Massa, prematuramente scomparsa. “La collaborazione nasce da una vicinanza con la storia di Marianeve – spiega Paolo Ghezzi, presidente Avis comunale Pisa – nella vita si può sostenere progetti di varia natura per rendersi conto che questo predispone all’attenzione verso i bisogni degli altri, di conseguenza verso il dono, che nel caso dell’Avis viene promosso come donazione del sangue”.

La card usb è stata prodotta da Devitalia, sponsor storico delle fiabe di Marianeve.

La card usb può essere acquistata sul sito dell’editore Pacini, oppure scrivendo a ilsorrisodimarianeve@gmail.com. Mentre chi desidera una lettura ad alta voce può farlo sempre scrivendo all’email dell’associazione.

 

Notizia