L’eredità di Gramsci, Capossela e Vila Matas aprono Leggendo Metropolitano

0
880 Numero visite
Taglio del nastro alle 19 al Bastione di Santa Croce per la settima edizione di Leggendo Metropolitano. Inaugurazione sotto il segno di Antonio Gramsci con protagonista Diego Fusaro, saggista, docente di Storia della filosofia all’Università San Raffaele di Milano ed editorialista de La Stampa, il cui ultimo libro, edito da Feltrinelli, è proprio dedicato all’intellettuale di Ales, portatore di un “nuovo umanesimo”: Riprendiamoci il presente. Ereditare Antonio Gramsci, il titolo dell’incontro dedicato all’impegno e alla coerenza, ai concetti di cultura e società gramsciani.
leggendo_santa_croce_jpg_1064807657
Alle 20 la presentazione dell’iniziativa “Cammino a cuncordu” (Bastione Santa Croce), con lo scrittore Antonio Moresco, fondatore dell’associazione Repubblica nomade. Alle 20.15, stessa location, Scuola e società: frontiere (e confini) nel mondo dell’inclusione. Si confronteranno sul tema Franca Bosc (insegna Lingua italiana per stranieri all’Università di Milano, ha collaborato con l’Unione Europea a Bruxelles e con il Consiglio d’Europa a Strasburgo per la realizzazione di programmi connessi all’insegnamento dell’italiano), Marco Espa (fondatore, dal 1990, dell’ABC, Associazione Bambini Cerebrolesi, di cui ora è il Presidente nazionale) e alessandra farrisAlessandra Farris (laureanda in Lettere Classiche, cresciuta con due genitori sordi, ha dato vita ad IntendiMe, la startup vincitrice dell’edizione 2014 del Contamination Lab dell’Università di Cagliari, con un progetto dedicato ai sordi). A condurre il dialogo Carlo Giacobini, giornalista e operatore sociale.
Enrique Vila Matas, considerato dalla critica uno dei più prestigiosi, e originali, scrittori della narrativa contemporanea spagnola, sarà alle 21 in Piazza Palazzo al centro di In viaggio con la letteratura. A incontrarlo sarà Paolo Di Paolo, finalista al Premio Strega 2013 con Mandami tanta vita, l’anno scorso ha pubblicato Tutte le speranze. Montanelli raccontato da chi non c’era e nel 2015 Viaggio a Roma con Nanni Moretti.
Alle 22.30 (Piazza Palazzo) approda a Leggendo Metropolitano Vinicio Capossela, cantautore istrionico, aperto a sperimentazioni e contaminazioni, che ha saputo reinventare il linguaggio della canzone con testi ricercati, ricchi di prestiti e allusioni letterarie (Bukowski, Fante, Céline). Capossela sarà sotto i riflettori in Fole, nella veste di narratore di favole, di vecchie storie contadine. Musica e scrittura si sono sempre fuse nel percorso artistico del musicista italiano, di origine irpina, nato in Germania, ad Hannover. Il suo primo romanzo, Non si muore tutte le mattine, risale al 2004, quest’anno ha pubblicato Il paese dei coppoloni (Feltrinelli), finalista al prossimo Premio Strega. A condurre l’incontro sarà Michele De Mieri, fedelissimo di Leggendo, autore radiotelevisivo, giornalista, critico, coautore di Fahrenheit-Radio3, uno dei responsabili di Libri Come, la festa del libro e della lettura di Roma.
BIGLIETTI E ABBONAMENTI
Leggendo Metropolitano ha previsto quest’anno l’ingresso a pagamento per alcuni degli incontri con gli autori in programma: Enrique Vila Matas, Vinicio Capossela, Aaron Ciechanover, Jeremy Rifkin, Hanif Kureishi e Patrick McGrath. Il costo dei biglietti: 8 euro al giorno per assistere a tutti gli eventi a pagamento di giovedì 4 (Vila Matas e Capossela) e venerdì 5 giugno (Ciechanover e Rifkin); ridotto per disabili e under 18: 2 euro; 5 euro al giorno per assistere a tutti gli eventi a pagamento di sabato 6 (Kureishi) e domenica 7 giugno (McGrath); ridotto per disabili e under 18: 1 euro; abbonamento a tutti gli eventi a pagamento del Festival: 22 euro (abbonamento ridotto: 6 euro).
Newsletter