“Non volare via” il Circolo della Lettura incontra Sara Rattaro

0
1.971 Numero visite

Giovedì 14 novembre alle ore 21.00 il Circolo della Lettura ‘Barbara Cosentino’, in collaborazione con l’editore Garzanti Libri, ha il piacere di ospitare la bella, giovane, colta e brillante scrittrice Sara Rattaro per condividere i battiti delle vite e degli affetti raccontati del suo ultimo romanzo “Non volare via”.

editor: M.C.G.

Sara Rattaro
Sara Rattaro

“Mettere in ordine, ecco cosa ci viene insegnato. Prima i giocattoli, poi la nostra stanza, prima fuori, poi dentro (…) ma quando si tratta della nostra vita, ecco che arriva il caos, perché mettere in ordine significa trovare una logica, fare una selezione, quindi perdere qualcosa.
O qualcuno.”

“Non volare via” è la scelta faticosa e sofferta di essere e restare una famiglia, quando diventare genitori significa parare armi e scudi per difendere dal mondo il frutto dell’amore. Ancora più alte sono le roccaforti da erigere se quel cucciolo è più fragile degli altri.

Ipoacusìa bilaterale grave. La diagnosi lascia esili spiragli. Alberto e Sandra, con la meravigliosa piccola Alice, plasmano il loro tempo e la pazienza verso un unico grande traguardo: Matteo deve diventare un bambino sereno, sviluppando al massimo le sue potenzialità.

Allora accade che un padre e una madre dimentichino le loro priorità e la felicità personale per anni, arruolati in un ménage familiare che si dipana in un’articolata e compatta strategia preventiva di difesa. Diventano pedine di una scacchiera. Ogni loro mossa viene pilotata dal raggiungimento del benessere dell’unico amore assoluto: i figli.

Poi d’un tratto, riafforano irrefrenabili le verità e le pulsioni dell’uomo e della donna. Le fortificazioni e il nido rischiano di essere travolti. Mamma e papà che avevano pianificato ogni singolo spostamento sulla scacchiera, hanno dimenticato di prepararsi a difendere la famiglia da sé stessi!

Le passioni travolgenti ed incontrollabili annientano la ragione, la disciplina, l’autocontrollo come castelli di carta in balìa del vento.

“C’è solo una cosa più difficile della sordità. Restare uniti ed affrontarla insieme.”

Eppure l’amore fra Alberto e Sandra, che era solo un sentimento “corretto e per bene”, aveva costruito delle fondamenta solide, aveva cresciuto Alice, la figlia oltre la perfezione. È lei a farsi nocchiere dell’intera famiglia, forte e decisa la traghetterà oltre le voragini che cercano di ingoiarla nel nulla.

“Dovrebbero darti tempo, dirti che tuo figlio sarà sordo, e non che lo è già punto e basta.”

E sarà proprio il piccolo Matteo a diventare il faro di questo percorso difficile. Rivela la sua diversità, perché è straordinario, non perché ha un “difetto invisibile”. I suoi silenzi urlano intelligenza ed amore sconfinato. Bisogna saper ascoltare quei silenzi. La diversità crolla perché costruita sui calcoli probabilistici della maggioranza e della normalità.

“Se sapessimo cosa ci aspetta, saremmo più bravi a vivere? Eviteremmo di ficcarci nei guai, di commettere errori, di dire cose di cui ci pentiremmo? Forse sì. Faremmo la cosa giusta, prenderemmo la decisione migliore, ma soprattutto non proveremmo quel fastidioso disagio tutte le volte che la vita ci sorprende.”

E cosa sarà di questa famiglia, quando Sandra, baricentro e motore di questo microcosmo affettivo, riscoprirà insopprimibile il richiamo della sua femminilità e il desiderio di essere amata?

“Essere genitore aumenta i tuoi doveri, ma essere madre di un bambino disabile annienta quasi tutti i tuoi diritti.”

L’Autrice
Sara Rattaro Sara Rattaro nasce nel 1975 a Genova, in una famiglia di commercianti specializzati in ottica. Si laurea con lode in Scienze Biologiche e successivamente, trascinata dalla passione indomabile per la scrittura, in Scienza delle Comunicazioni. Ha frequentato diversi corsi di specializzazione, inerenti sia gli studi clinici sia la scienza della comunicazione, fino al Master in Comunicazione della Scienza «Rasoio di Occam» a Torino.
Per un periodo della sua giovinezza avrebbe voluto occuparsi di giornalismo scientifico, mettendo insieme le sue due grandi passioni, ma poi quella per la scrittura ha prevalso. Nel 2009 il suo primo romanzo “Sulla sedia sbagliata”, viene letto e scelto dall’editore Mauro Morellini. Con Sara che si occupa personalmente di organizzare le presentazioni del libro percorrendo tutta l’Italia, il romanzo ottiene un buon successo di pubblico e critica.
Nel 2011 scrive il suo secondo romanzo “Un uso qualunque di te”, che grazie all’incontro con Silvia Meucci, agente letterario, viene pubblicato da Giunti Editore. Il libro esce il 14 marzo 2012 e vende 20.000 copie in una settimana. _ Scala le classifiche delle vendite e diventa un fenomeno del passaparola. Nel maggio 2013 pubblica il terzo romanzo “Non volare via”.

“Il controllo ci piace, ci dà sicurezza e ci fa sentire invincibili. Ma le cose che riusciamo a controllare davvero, per natura, sono poche. Ci viene la pelle d’oca se abbiamo freddo, fame se vediamo del cibo, e diventiamo rossi se siamo in imbarazzo. Ci innamoriamo di chi non vorremmo e siamo bruschi anche con chi non lo merita. Esercitare il controllo ci riesce difficile e le nostre reazioni parlano da sole.”

“L’amore ha tanti difetti, ma non ammette distrazioni perché non riesce a perdonarle. Non è vero che non sai dove si trova chi ami, che qualunque cosa dica o faccia per te è lo stesso, e non è vero che basta una piccola evasione per farti credere che sia tutto a posto. L’amore è un respiro che ti soffoca, un nome che non riesci a smettere di ripetere, la pioggia sotto il sole, un silenzio che non puoi zittire, una corsa per la vittoria, una cosa che non riconoscerai più, una pagina strappata o semplicemente qualcosa che ti dà il tormento. Ma per quanto la nostra passione bruci e la nostra ragione si sia persa in un luogo oscuro, l’amore è sempre una scelta. A volte quella sbagliata.”

L’incontro per la presentazione del libro “NON VOLARE VIA” avrà luogo giovedì 14 novembre, alle ore 21.00, presso la libreria Tra Le Righe, in Viale Gorizia, 29 a Roma.
Cecilia, Cristina, Ida ed Ilaria vi aspettano con la scrittrice Sara Rattaro per ripercorrere i meccanismi che reggono i sorrisi e la forza di una madre, i desideri nascosti di un padre, i doveri di figli e fratelli.

Per informazioni, prenotazioni e conferme:

Dott.ssa Cecilia Gabrielli
Vicepresidente del Circolo della Lettura ‘Barbara Cosentino’
E-mail: info@circolodellalettura.it

Prenotazione obbligatoria con prelazione dei Soci.

“È sempre una questione di aspettative, perché quello che desideriamo ci mette in attesa, ma quello che non immagineremmo mai, invece, ci cambia la vita.”

http://www.romanotizie.it/

Newsletter