Libri: Erri De Luca racconta ‘Storia di Irene’ e il mare che porta dentro

0
1.271 Numero visite

Irene ha gli occhi tondi dei pesci. Va a nuotare di notte, misteriosa come i segreti che si porta dentro. In mare e’ libera, Irene.

Storia di IreneNon usa il fuoco, neanche la burrasca la mantiene a terra, ma ”sa le risposte a cose che non fanno domande”. E’ stata salvata dai delfini, cresce orfana su un’isola greca. A 14 anni e’ incinta, non parla con nessuno. Consegna la sua storia solo a uno straniero di passaggio. Un ‘saccheggiatore’ di emozioni, uno che vende storie al mercato e di se’ dice: ”indietro e’ il posto da cui parto e provengo”.

”E’ la storia di una giovane, sordomuta per il mondo, ma non per chi la sa intendere attraverso le onde sonore dei delfini”, dice all’Adnkronos Erri De Luca, presentando il suo nuovo libro ‘Storia di Irene’ (Feltrinelli, pp. 112, euro 9). La verita’ di Irene ”e’ che appartiene al mare, sulla terra e’ in esilio. Mi si e’ infilata dentro l’orecchio, e l’ho raccontata”. ”Un po’ di storie mie sono marinare -spiega ancora lo scrittore napoletano- ambientate li’ per motivi di gratitudine. Sono cresciuto fisicamente per tre mesi all’anno su un’isola al mare, Ischia. Gli altri nove mesi resistevo contro il rattrappimento. Avevo intorno a me un’infanzia rachitica, all’ombra di tutte le mancanze. Nutro profondo affetto per il mare e il Mediterraneo, la considero la mia Repubblica”.

”Questa storia -rimarca- e’ stata scritta a metri zero sul livello del mare. Mi e’ venuta nella penna su una piccola spiaggia, la scorsa estate, mentre ero su un’isola greca. A me le storie arrivano dalla memoria o dal vento: questa mi e’ arrivata con il vento. E’ figlia del Meltemi, un ventaccio che cavalca l’Egeo scendendo dai Balcani. E quando soffia devi stare ad ascoltarlo…”

http://www.adnkronos.com/

Newsletter