Pubblicità

Nell’ambito della tradizionale e prestigiosa rassegna “Ville Aperte in Brianza”, organizzata dalla Provincia di Monza e Brianza, la Città di Seregno partecipa con cinque iniziative (mai così tante nella storia della città!), quattro delle quali legate al percorso “E quindi uscimmo a riveder le stelle”, che omaggia Dante Alighieri nel settimo centenario della nascita, e una invece propone la scoperta della Biblioteca Capitolare Paolo Angelo Ballerini, di proprietà della parrocchia San Giuseppe

Pubblicità

Redazione MB News

Già avviato sabato scorso con una performance ne l’Auditorium di piazza Risorgimento (protagonista l’attrice Chicca Russo e i Jam Factory Studio), il progetto artistico “Figurando il Paradiso tra Cielo e Terra” prosegue fino a domenica 19 (in programma un finissage con la performance teatrale di Adriana Bagnoli), per poi riproporsi già da sabato 25 in sala civica Ezio Mariani (alle 18, nuova performance di Jam Factory Studio), dove rimarrà fino al 3 ottobre.

Sette artiste (Rita Bagnoli, Giovanna Camera, Nicol Ferrari, Annamaria Fino, Antonella Gerbi, Valeriangelini, Tiziana Trezzi) indagano sulla figura del “sommo poeta” simbolo dell’Italia e del suo lascito. Il progetto espositivo si propone di valorizzare la presenza di Dante ai giorni nostri, da punti di vista insoliti. Ogni artista apre un dialogo con il poeta per ricostruire un percorso storico culturale con mezzi e tecniche propri di ciascuna; il binomio suggestivo che lega la parola, la forma letteraria all’arte visiva è un legame indissolubile che le artiste cercano di rinsaldare con
ferma passione.

Le iniziative

“Dante di Luigi Sabatelli” è una mostra proposta dal Comune di Seregno a Palazzo Landriani. La mostra consiste in una serie di incisioni del celebre artista dedicate al Sommo Poeta. Pittore e incisore, Luigi Sabatelli nacque a Firenze dove si formò presso l'Accademia di Belle Arti, acquisendo uno stile pienamente neoclassico ma influenzato dal romanticismo. Divenne pittore di corte di Maria Luisa di Borbone-Spagna e per lei decorò diversi ambienti di Palazzo Pitti.

Fu anche un apprezzato incisore, le sue opere più celebri hanno come soggetto la Via Crucis, la peste di Firenze e la serie dell'Apocalisse, oltre ad una nutrita serie di tavole a soggetto dantesco. Dal 1808 fino alla morte nel 1850, avvenuta a Milano, insegnò all'Accademia di Brera. La famiglia Sabatelli ha fatto parte della storia artistica di Seregno: in particolare hanno trascorso frequenti e prolungati soggiorni in città la figlia Marina (sposata con un Formenti), Luigi Maria e Gaetano. La mostra è visitabile dal 18 al 26 settembre, dal martedì alla domenica dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19.

Su prenotazione, è possibile la visita guidata in LiS (Lingua dei Segni Italiana).

I ragazzi del liceo pedagogico Parini propongono la lettura pubblica dell’Inferno della Divina Commedia. L’appuntamento è per sabato 18 settembre dalle ore 15 alle 19 in piazza Martiri della Libertà.

L’Associazione Unitel (Università del Tempo Libero) propone una serata culturale avente come tema le figure femminili nella Divina Commedia. L’incontro sarà presso la Sala Civica Monsignor Gandini di via XXIV maggio, venerdì 24 settembre alle ore 21, tenuto dalla docente di
Lettere Isabella Ognissanti e si svilupperà con l’ausilio di audiovisivi alternati da letture di passi tratti da alcuni canti significativi dell’opera.

Saranno gli studenti del Collegio Ballerini a condurre le visite guidate della Biblioteca Capitolare Paolo Angelo Ballerini della Basilica San Giuseppe. Le vicende storico artistiche della Basilica di S. Giuseppe faranno da cornice alla visita della Biblioteca Capitolare che conserva più di 11 mila volumi antichi (dal 1474) di ogni genere, oltre a collezioni di riviste e fondi archivistici fra cui quelli degli architetti Ottavio Cabiati e Luigi Brambilla. Oltre ai documenti cartacei e pergamenacei (dal 1273), si conservano reliquie (S. Giovanni Paolo II), cimeli del Patriarca Ballerini, quadri antichi, sculture e un’urna cineraria (VIII sec. a.C.).  Appuntamento nei pomeriggi di sabato 18, domenica 19 e domenica 26 settembre.

Per informazioni e prenotazioni, visitare il sito www.villeaperte.info

 

Notizia