Fine settimana: Mostre, da Boldini a Mattia e Gregorio Preti

0
17 Numero visite

A Lugano Fiera Wopart con oltre 400 capolavori diventa virtuale

di Marzia Apice (ANSA) – BERGAMO, 25 NOV – Per non spezzare il legame tra musei e appassionati, continua a essere ricco il programma di attività digitali legate alle mostre d’arte, da Boldini a Rovereto a Mattia e Gregorio Preti a Roma, fino alla fiera Wopart di Lugano.

BERGAMO – Nell’ambito de “Il Dono. Sulla vita e la morte” (inaugurata a Palazzo della Ragione a porte chiuse il 13 novembre), che presenta la riflessione di sette artisti – Matilde Cassani, Alberto Garutti, Felix Gonzalez-Torres, Andrea Mastrovito, Jonathan Monk, Andrea Romano, Namsal Siedlecki – è possibile partecipare a un programma di iniziative digitali, fruibili dai canali Facebook e Instagram dell’associazione The Blank Contemporary Art, organizzatrice della mostra insieme al Comune di Bergamo: dal 25 novembre al 30 dicembre, il racconto ogni settimana delle opere in mostra fatto direttamente dagli artisti, audio-videoguide nella Lingua dei Segni, digital kids lab per i più piccoli e a dicembre (il 3, il 10 e il 17) il percorso espositivo dal punto di vista di ospiti speciali.

ROMA – Non si interrompe ma si trasferisce sul web il racconto delle due mostre temporanee (che si sarebbero dovute inaugurare a novembre) delle Gallerie Nazionali di Arte Antica, “Plasmare l’idea. Pierre-Étienne Monnot, Carlo Maratti e il monumento Odescalchi”, a cura di Maurizia Cicconi, Paola Nicita e Yuri Primarosa, e “La Cananea restaurata. Nuove scoperte su Mattia e Gregorio Preti”, a cura di Alessandro Cosma e Yuri Primarosa.

Sono infatti disponibili sul sito barberinicorsini.org i dossier delle due mostre che attraverso un ricco apparato fotografico svelano l’allestimento e le opere esposte, mentre il giovedì, a settimane alterne a partire dal 19 novembre, sui canali social verranno pubblicate storie, curiosità e dettagli di allestimento dei due progetti espositivi.

ROVERETO – La mostra “Giovanni Boldini. Il piacere” che si sarebbe dovuta inaugurare al Mart il 14 novembre, sarà raccontata in modo diverso, del tutto digitale: a partire dal 29 novembre, immagini, videointerviste, playlist, pillole, storie e curiosità faranno entrare i visitatori dentro il ricchissimo percorso espositivo, a cura di Beatrice Avanzi e Tiziano Panconi, per scoprire il maestro della Belle Époque e le oltre 150 opere provenienti da collezioni pubbliche e private.

LUGANO – Si è trasferita in “Virtual Fair” Wopart, la Fiera internazionale di Lugano dedicata prevalentemente alle opere d’arte su carta, giunta alla sua V edizione: dal 27 novembre al 27 dicembre oltre 400 opere di artisti storici e contemporanei, proposte da 45 gallerie internazionali, saranno disponibili per essere ammirate ed eventualmente acquistate grazie a una formula innovativa che, tutti i giorni della fiera, offre una chat gratuita a disposizione dei visitatori, e un servizio di consulenza telefonico per i collezionisti gestito dal Comitato scientifico. Tra gli artisti presentati alla fiera, anche Francis Picabia con “Contre l’embarras” del 1924 (Richard Saltoun Gallery, UK), Gustave Klimt con “Standing from the front with hanging arms, study for the portrait of Adele Bloch-Bauer” (W&K – Wienerroither and Kohlbacher (Austria, U.S.A.) e Julius Bissier con “Monti” del 1960 (Carzaniga, Svizzera). (ANSA).

 

Newsletter