A Lugo un grande evento per l’inclusione. L’insegnante: “Un onore aiutare chi ha figli con disabilità”

0
276 Numero visite

Ha fatto per molti anni il musicista a tempo pieno, è laureato in Giurisprudenza. Ma Davide Solaroli, consigliere comunale a Lugo, dal 2000 al 2014 è stato soprattutto un insegnante di sostegno alla primaria, prima di iniziare ad avere classi tutte sue. Tra gli incontri più importanti, quello con Gaia, una bimba sorda che ora è in quinta e di cui la mamma, Stefania, poco tempo fa ci ha raccontato la storia: “L’ho conosciuta in prima. Gaia non era la mia alunna. Ma mi aveva colpito il suo disorientamento, mi avevano disarmato le sue crisi. E anche il viso di sua madre, tutto fuorché sereno, me lo ricordo bene. Anche se non seguivo Gaia direttamente, il suo caso mi è sempre stato a cuore: le davo il cinque la mattina, lei si fermava quando suonavo. Il nostro è stato un avvicinamento graduale ed è stato bello assistere ai suoi progressi”.

 

Con la famiglia di Gaia, Solaroli ha avuto l’idea di organizzare, domenica 30 settembre nel Pavaglione di Lugo, l’evento “Brindo alla gioia!”, che ha l’obiettivo di raccogliere fondi da destinare all’acquisto di giochi usufruibili anche da bambini con disabilità, nell’ottica di una reale e concreta inclusione, che saranno installati all’interno di un parco pubblico lughese.

Solaroli, che è presidente dell’associazione di volontariato M.I.E.L.E., alla quale versa regolarmente il suo gettone di presenza, ha pensato all’iniziativa anche insieme a Silvio Drei, padre di un ragazzo con disabilità intellettiva: “A Lugo – spiega l’insegnante – di parchi inclusivi non si parla. Eppure credo sia una questione centrale per favorire l’integrazione. Ho conosciuto la battaglia di Iacopo Melio ‘Vorrei prendere il treno’, così come il lavoro ‘Parchi per tutti’ che stanno portando avanti due mamme di Santarcangelo. Serve senza dubbio una sensibilizzazione prima di passare i fatti. Ed è quello che proveremo a fare domenica”.

E i cambiamenti sarebbero auspicabili, secondo Solaroli, anche all’interno della scuola che ben conosce: “La continuità educativa, con i bambini disabili e le loro famiglie, è fondamentale. Eppure anche Gaia ha rischiato ogni anno di perdere la sua insegnante di sostegno. A me è sempre piaciuto provare a essere d’aiuto ai genitori che oltre ai problemi dei figli, devono affrontare i tanti muri burocratici. E trovo sia un privilegio e un onore entrare in relazione con loro. La legge 104, per esempio, è una bellissima legge. Ma resta per molti versi inapplicata”.

Il programma prevede dalle ore 15 attività e laboratori creativi per bambini condotti dalla “Compagnia dei Musivari” e dall’Associazione “Selvatica”, nonché testimonianze di persone che vivono la disabilità e di associazioni che operano con persone disabili. Il momento principale è fissato alle ore 17, quando una grande orchestra, composta da centinaia di musicisti professionisti e non e di qualunque età, eseguirà l’Inno alla Gioia di Beethoven. Nella grande orchestra sono coinvolti allievi ed insegnanti delle Scuole di musica “Malerbi” di Lugo, “Doremì” di Bagnacavallo, “Corelli” di Fusignano, “Marcucci” di Sant’Agata sul Santerno, “Ricci” di Massa Lombarda” e della sezione musicale della Scuola Secondaria di 1° grado “Gherardi” di Lugo. Tra i molti musicisti noti che hanno dato la loro disponibilità a far parte della grande orchestra figurano importanti strumentisti del panorama musicale pop italiano, tra cui Claudio Dirani (batterista dei Modà), Fabrizio Foschini (tastierista degli Stadio), Nicoletta Bassetti (in tour con Max Gazzè), Nicola Peruch (tastierista di Zucchero, Eros Ramazzotti, Elisa, Laura Pausini, Tiziano Ferro, Cesare Cromonini), Emanuela Cortesi (corista tra gli altri di Eros Ramazzotti, Lucio Dalla, Francesco De Gregori, Laura Pausini, Gianni Morandi, Adriano Celentano) e Roberta Montanari (corista per Cesare Cremonini, Elisa, Eros Ramazzotti, Andrea Bocelli, Gianna Nannini). Ospite d’onore all’interno della grande orchestra sarà Davide Santacolomba, pianista siciliano di fama internazionale sordo dalla nascita, finalista all’ultima edizione della trasmissione “Tú Sí Que Vales”. Direttore della grande orchestra sarà il Maestro Carlo Argelli, che vanta una grande esperienza come pianista, direttore e compositore. Al termine dell’Inno alla Gioia, tutti i presenti saranno invitati a fare un brindisi alla vita ed il costo per i calici sarà appunto destinato all’acquisto dei giochi per il “parco per tutti”. Si prevede di realizzare un video dell’esecuzione dell’Inno, che sarà poi diffuso attraverso social e mezzi di informazione, al fine di dare la massima risonanza all’evento anche a posteriori. L’immagine rappresentativa dell’evento è stata appositamente realizzata dal fumettista Stefano Babini, premiato con il “XVI Romics d’oro” come miglior disegnatore italiano. Grazie ai social, la notizia dell’iniziativa si è diffusa rapidamente e a macchia d’olio e sono molti coloro che hanno manifestato apprezzamento e solidarietà: tra essi, la Nazionale italiana di basket in carrozzina con l’allenatore Carlo Di Giusto ed il campione del mondo di parocanoa Esteban Farias, che hanno inviato il loro video per invitare alla massima partecipazione.

Home

 


Sono la mamma di una bambina sorda portatrice di impianto cocleare. Segnalo evento a Lugo di Romagna nei link in allegato che prevede anche la partecipazione di Davide Santacolomba, pianista di fama internazionale, sordo, portatore di impianto. All’evento sarà presente anche Cochlear Italia.

Stefania De Gaetano

 

Newsletter