Pietro Carenza ritira il suo diploma speciale

0
1.100 Numero visite

Scritto da Cinzia Debiase – È sulla comunicazione, è sul muro che lo supera e lo vince, la poesia “I segni della LIS” che Pietro Carenza ha dedicato al professore, per sempre amico, Renato Pigliacampo.
Lo scorso 19 settembre, il turese Pietro Carenza ha ritirato a Porto Recanati il suo premio, dedicandolo a Pigliacampo, ma anche ai “familiari, amici, interpreti LIS e coloro che permettono a noi persone sorde di affrontare più agevoltmente la vita e superare il muro della comunicazione”.

 

Pietro Carenza
Pietro Carenza

Nella Sala Biagetti del Castello Svevo, accompagnato dalla moglie Maria Lippolis, Pietro ha preso parte alla Premiazione della XXVI edizione del Concorso Internazionale di Poesia “Città di Porto Recanati”, fondato trent’anni fa, dal professore Renato Pigliacampo, per volontà dello stesso Pigliacampo, poeta, scrittore, saggista e professore universitario, diventato sordo dall’età di dodici anni e scomparso pochi mesi fa.
La Giuria del Concorso, composta da Lorenzo Spurio (Presidente), Susanna Polimanti, Lella De Marchi ed Elvio Angeletti con Marco Pigliacampo, figlio del Professore, quale Segretario del Premio hanno conferito al nostro concittadino un “Diploma Speciale” per la sua lirica “I segni della LIS”. È stato lui stesso, il poeta Carenza, a segnarla durante il pomeriggio di premiazione, dopo la lettura da parte di Tiziana Bonifazi

21771846442_27a0a5b61d_z

http://www.turiweb.it

Newsletter