L’albero della Lis in concorso

0
977 Numero visite

Scritto da Cinzia Debiase – Ha partecipto al Concorso-Mostra Artigianale “Il Sapere delle Mani” che sè svolto a Nazzano (RM) il 16 e 17 maggio scorso. È Pietro Carenza, il nostro scuoltore, poeta e fotografo turese che nella mostra riminese ha esposto una sua opera artigianale, raffigurante un Albero i cui Frutti sono le Lettere dell’alfabeto della Lingua dei segni Italiana.
17459600313_eff8f25906_nNello straordinario borgo di Nazzano, dove hanno esposto artisti provenienti da tutta Italia, si è distinto il laovor del nostro ocncittadino Pietro che nell’occasione ha dato informazioni sulla Lingua dei Segni (LIS). Gradita sopresa l’attrice Giuditta Cambieri, che si è unita a Pietro e ha spiegato la  LIS al Sindaco di Nazzano, Alfonso Giardini e al Presidente della mostra, Marco Stefanini.
Due giorni di arte e di creazioni, terminati poi la sera di domenica 17 con la premiazione dei lavori.
17457536264_e84776ef98_nNessun riconoscimento per Pietro Carenza, per niente amareggiato perchè confessa: “è come se lo avessi ricevuto, essendo stato unico sordo in concorso assieme ad altri 65 selezionati”. Così aggiunge: “stata una bellissima esperienza d’integrazione”.
In occasione della sua permanenza in terra laziale, Pietro ha voluto anche portare anche un omaggio alla tomba di Aldo Moro a Torrita Tiberina, a 2 km da Nazzano

http://www.turiweb.it/

Newsletter