In arrivo una nuova biblioteca comunale grazie al SAC “Nord Barese Ofantino”

0
1.015 Numero visite

Con un finanziamento regionale di circa 450 mila euro, nascerà un vero e proprio nuovo palazzo della cultura

1805img1

Una biblioteca comunale nuova di zecca. Non più luogo di mera consultazione di libri, ma Palazzo della cultura e delle arti con una grande sala polifuzionale, diverse stanze per i ragazzi, multimediali e espositive per mostre temporanee nonché il primo archivio digitale della musica bandistica del mezzogiorno d’Italia. Tutto grazie a un finanziamento regionale di circa 450 mila euro.

Tutto merito del Sac (Sistema ambientale e culturale) “Nord barese Ofantino”, l’aggregazione e l’utilizzo in maniera integrata delle risorse presenti nelle varie città coinvolte (Bitonto, che è il Comune capofila, Bari, Giovinazzo, Molfetta, Terlizzi, parco Lama Balice, provincia di Bari e Conca Barese) per puntare alla crescita dell’attrattività turistica dell’intero territorio in questione.

Il “Nord barese Ofantino” è il terzo Sac approvato dalla Regione Puglia (che ne ha programmati 18) «ed è diverso da tutti gli altri – ha ricordato l’assessore regionale all’Urbanistica Angela Barbanente ieri in occasione della conferenza stampa di presentazione – perchè mette al centro il sistema delle biblioteche, delle pinacoteche e del parco regionale, attraverso un potenziamento di servizi aggiuntivi di qualità da allocare negli attrattori individuati con il progetto». Che per Bitonto sarà la biblioteca comunale, per Terlizzi la pinacoteca e la biblioteca, per Bari villa Framarino e la biblioteca multiculturale. Più altri interventi al museo archeologico di Molfetta e alla biblioteca di Giovinazzo. Per un finanziamento complessivo di quasi 900 mila euro (di cui la metà soltanto a Bitonto).  «Il valore aggiunto del progetto è considerare le biblioteche non solo come luoghi di conservazione dei libri, ma come luoghi di attività culturali – ha sottolineato ancora la vicepresidente regionale – anche in virtù della legge regionale in materia di beni culturali approvata proprio quest’anno».

«La grande forza di questo progetto – ha ricordato Francesco Palumbo, direttore generale dell’area Politiche per la promozione del territorio – è che si apre anche agli investimenti privati e del connubio che questi hanno con il pubblico».

Il sindaco Michele Abbaticchio ha evidenziato, invece, come «la parte più bella di questo Sac è aprire le biblioteche ai giovani e a tutti gli amanti della cultura, ed è una ulteriore dimostrazione che la Regione Puglia è nettamente più avanti rispetto alle altre sugli investimenti in materia di turismo». Il primo cittadino, poi, ha ringraziato Barbanente per l’attenzione posta per il centro storico nostrano e ha sottolineato come «il progetto, fortemente voluto e in parte sottoscritto già con l’amministrazione Valla ma che noi abbiamo rivisto e migliorato, si integra perfettamente con il Parco delle Arti che a breve andremo a inaugurare».

I lavori per le strutture in questione, che saranno dedicati principalmente al potenziamento dell’offerta di servizi specialistici, visite guidate alle collezioni e alle mostre, anche con assistenza ai non udenti e non vedenti,servizi per disabili,catalogazione informatizzata delle collezioni,oltre che l’ampliamento degli orari di visita, partiranno entro quattro mesi «perchè vogliamo avere il tempo di coinvolgere tutte le associazioni locali», ha concluso Abbaticchio. 

http://www.dabitonto.com

 

Newsletter