Alba
Consiglio comunale

Alba: interpreti della lingua dei segni cercasi

Pubblicato: martedì 4.7.2017 alle 16:49
Segui Sordionline su
315 Numero visite | Nessun commento
Categoria: Politica

Previsto per la seconda metà di luglio, il prossimo Consiglio comunale sarà chiamato a valutare l’ordine del giorno presentato giovedì scorso dal capogruppo di Fratelli d’Italia Emanuele Bolla.

Il documento, oggetto di presentazione alla stampa nel pomeriggio di giovedì in Sala Resistenza, ha per oggetto la richiesta al Comune e all’Azienda Sanitaria Locale di prevedere la figura di un interprete in grado di mettere in comunicazione i sordi e i normo udenti attraverso la Lingua Italiana dei Segni. Meglio nota come “Lis”, è una codificazione del linguaggio del tutto analoga a una vera e propria lingua in quanto è espressione di una popolazione specifica e strumento di comunicazione utilizzato per entrare in contatto con le persone e la realtà.

«La provincia di Cuneo – ha spiegato il presidente regionale dell’Ente Nazionale Sordi (Ens) Antonio Iozzo – è una delle zone dove è maggiore in Italia la presenza e il riconoscimento della Lis, che viene utilizzata anche nel corso delle riunioni della Giunta provinciale».

«Ho pensato – ha spiegato Emanuele Bolla – alla possibilità di mettere a disposizione dei sordi un servizio di interpretariato ogni volta che hanno necessità di rivolgersi ai servizi del Comune o a quelli erogati dall’Asl. Per non parlare di quanto, ad esempio, sarebbe complesso e improbabile il dialogo tra medico e paziente affetto da sordità. Poter disporre di un albo di interpreti a cui fare ricorso in caso di necessità sarebbe, oltre che doveroso, anche una manifestazione di rispetto nei confronti della comunità dei non udenti».

Motivazione perfettamente condivisa anche dal vicesindaco di Alba Elena Di Liddo. «Ricordo – ha sottolineato Di Liddo – che nel 2012 approvammo un ordine del giorno che chiedeva il riconoscimento della Lis come vera e propria lingua. Oggi possiamo ritenere del tutto plausibile questa richiesta dell’opposizione e condividerla nelle motivazioni. Dal punto di vista operativo le cose potrebbero non essere così semplici da realizzare, ma l’idea è interessante e questo tipo di servizio non ha ragioni di opportunità politica, ma il solo interesse collettivo». (B. M.)

 

 

Il Corriere.net – Quotidiano online di Alba Bra Langhe e Roero

 

Tags correlati: , , , ,
Articoli sullo stesso argomento

Strumenti
Stampa questa pagina Stampa questa pagina
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico
Scrivi il tuo articolo
Iscriviti alla Newsletter


Titolo della pagina:

Alba: interpreti della lingua dei segni cercasi


Questo indirizzo (URL) del sito di una pagina:
http://www.sordionline.com/index.php/2017/07/alba-interpreti-della-lingua-dei-segni-cercasi/

Cosa ne pensi? Aggiungi un commento

Per scrivere: Accedi oppure registrati per pubblicare un commento.

Ultimi commenti
Chi: #AssistenzaH24Subito : Aggiornamenti in tempo reale sul caso dei disabili siciliani senza assistenza domiciliare H24 da 20anni « #StopAllaViolenzaSuiDisabili

Jovanotti con Pif: «Mi fa schifo chi prende in giro i disabili siciliani»

Data: 20-6-2017

Utenti registrati
Iscriviti

Gestore di Sordionline

-

Sordionline propone di offrire ciò che occorre per svolgere in modo più efficace ed efficiente le attività quotidiane sfruttando al meglio la comunicazione e le potenzialità offerte da Internet per persone sorde