Roma
20 giugno 2017

Teatro e infanzia, L’Arte nel Cuore al Brancaccio per la dedica ai bambini siriani

Presentano la serata evento Alex Pacifico e Simone Susinna

Pubblicato: mercoledì 14.6.2017 alle 18:33
Segui Sordionline su
479 Numero visite | Nessun commento
Categoria: Solidarietà

Martedì 20 giugno – ore 20,30 “Sogno di una notte di mezza estate” – Teatro Brancaccio via Merulana, 244 – Roma

Martedì 20 giugno alle 20,30, il teatro Brancaccio di Roma ospiterà lo spettacolo “Sogno di una notte di mezza estate”, una rilettura in chiave moderna dell’opera di W. Shakespeare, realizzato nell’ambito del progetto “Laboratorio teatrale integrato per persone disabili adulteʺ, finanziato da Roma Capitale – Dipartimento Politiche Sociali, Sussidiarietà e Salute.

L’adattamento dello spettacolo, diretto dalla regista Marta Iacopini, interpretato dagli allievi diversamente abili e normodotati dell’Accademia L’Arte nel Cuore Onlus di Daniela Alleruzzo, ha lasciato intatta la storia originale che ruota attorno alle vicende amorose di Ermia e Lisandro, Elena e Demetrio, complicate dall’arrivo del folletto Puck che crea scompiglio tra gli amanti.

Prosegue l’impegno dell’associazione sul tema dei diritti violati con la speciale dedica ai bambini siriani vittime del conflitto che da oltre 6 anni sta insanguinando il Paese e, più in generale, all’infanzia negata perché ʺla guerra non è un gioco, – condanna la presidente Daniela Alleruzzo – e nessun adulto ha il diritto di interrompere i sogni di un bambino, cioè la vitaʺ.

In occasione dello spettacolo, infatti, come riconoscimento del lavoro che Unicef svolge quotidianamente con i suoi progetti a tutela dei minori, verrà consegnata al direttore generale Unicef Italia, Paolo Rozera, una maglia autografata da tutti gli allievi dell’Accademia che hanno così voluto contribuire a veicolare un messaggio importante: non bisogna mai rassegnarsi alla normalità della guerra.

Presentatore della serata evento sarà il lifestyle blogger e talent scout Alex Pacifico, ospite d’eccezione Simone Susinna, il top model internazionale finalista dell’ultima edizione dell’Isola dei Famosi.

 

Le coreografie sono di Francesca Cinanni e Carmen De Sandi

I costumi sono di Annalisa Di Piero

La scenografia è di Pasquale Cosentino

 

Lo spettacolo è realizzato anche grazie al sostegno di SIAE, POSTE ITALIANE, L’OREAL ITALIA, SISAL, BCC ROMA, EXXON MOBIL, STUDIO ZITO, IL FIORE DEL DESERTO, BARDI EDIZIONI, UNIVERSITA’ NICCOLO’ CUSANO, DIMENSIONE SUONO 2, CNB COMUNICAZIONE

Ufficio Stampa  L’Arte nel Cuore Onlus

Veronica D’Agostino

presslartenelcuore@gmail.com

06.5413755www.artenelcuore.it;

Fb L’Arte nel Cuore Onlus

Twitter lartenelcuore

 

Articoli sullo stesso argomento

Strumenti
Stampa questa pagina Stampa questa pagina
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico
Scrivi il tuo articolo
Iscriviti alla Newsletter


Titolo della pagina:

Teatro e infanzia, L’Arte nel Cuore al Brancaccio per la dedica ai bambini siriani


Questo indirizzo (URL) del sito di una pagina:
http://www.sordionline.com/index.php/2017/06/teatro-infanzia-larte-nel-cuore-al-brancaccio-la-dedica-ai-bambini-siriani/

Cosa ne pensi? Aggiungi un commento

Per scrivere: Accedi oppure registrati per pubblicare un commento.

Roma
di Licia Gargiulo

Natale a Cinecittà World

Roma
Party d’Inaugurazione sabato 9 dicembre

Natale a Cinecittà World

Ultimi commenti
Chi: ABUSI SUI BAMBINI SORDI:la confessione del prete dell'Istituto Provolo - Varese Press giornale online

Pedofilia al Provolo in Argentina, ispettore del Papa interrogato dal pm

Data: 29-11-2017

Chi: ABUSI SUI BAMBINI SORDI:la confessione del prete dell'Istituto Provolo - Varese Press giornale online

Istituto Provolo, abusi sui bimbi sordomuti: in esclusiva i documenti secretati dal Vaticano

Data: 29-11-2017

Chi: QUANTA CONFUSIONE | Il Blogger dei Sordi

Perché quel Testo Unico non va bene

Data: 23-11-2017

Utenti registrati
Iscriviti

Gestore di Sordionline

-

Sordionline propone di offrire ciò che occorre per svolgere in modo più efficace ed efficiente le attività quotidiane sfruttando al meglio la comunicazione e le potenzialità offerte da Internet per persone sorde