Pubblicato: lunedì 10.10.2016 alle 18:01
363 Numero visite | Sei in Cronaca sordi

Grosseto
È successo nella notte tra venerdì e sabato

Prendono a calci il cane e rubano in casa mentre tutti dormono

Condividi questo articolo
Segui Sordionline su

Pubblicato: lunedì 10. 10. 2016 alle 18:01
Categoria: Cronaca sordi
363 Numero visite
Commenta: Nessun commento
Postato: webdesigner
Tag:, , , ,

I ladri sono entrati di notte nella casa di un ex poliziotto. Sua moglie e suo figlio erano a letto: hanno portato via solo una borsa d

i Gabriele Baldanzi

strada_grossetoÈ successo nella notte tra venerdì e sabato. Sandro Pilozzi, 56 anni, poliziotto in pensione, per anni ispettore capo della Polizia Postale alla Questura di Grosseto, è stato vittima di un furto con scasso nella sua abitazione di campagna a Chiocciolaia nel triangolo di terra che unisce la Castiglionese con la strada del Cristo. A dire il vero Pilozzi non era in casa ieri notte. C’erano invece la moglie e il figlio dodicenne, autistico e sordomuto.

L’ex poliziotto aveva deciso di dormire a Castiglione della Pescaia, dove sabato mattina presto era impegnato in un servizio. Pilozzi, infatti, è comandante regionale delle guardie zoofile, un volto conosciuto dai grossetani, per l’impegno quotidiano messo in campo nella tutela della natura e degli animali.

Nel casale preso di mira dai ladri – dicevamo – dormivano la moglie e il figlio. I ladri sarebbero entrati tra le 3 e le 5 del mattino.

«Nel cortile del podere – racconta Pilozzi, al telefono – hanno trovato una sedia. Dal giardino l’hanno portata sotto una finestra. Qui è stata divelta una controfinestra, poi – forse con un cacciavite – hanno rotto il vetro. La classica spaccata. In casa hanno trovato poco. Si sono limitati a portare via la borsa di mia moglie. Conteneva il portafoglio con carte, bancomat e circa duecento euro in banconote. Il cane lo abbiamo trovato con la coda tra le gambe, spaventato, come fosse stato picchiato. Forse preso a calci. Per fortuna i miei non si sono svegliati. Sono molto preoccupato per ciò che poteva succedere con mio figlio. La notte gli capita di alzarsi quando non dorme, è un bambino che può sembrare più grande dell’età che ha, ma soprattutto non so quale reazione avrebbe potuto avere trovandosi davanti i ladri. È una situazione brutta, pesante e pericolosa. Qui non ci sentiamo al sicuro. La zona di Chiocciolaia, Cernaia, Squadre Basse già tante altre volte è stata presa di mira dai ladri. Io sono contrario alla violenza, ma in qualche modo i cittadini devono essere difesi».

I ladri, in casa Pilozzi, avevano già provato a entrare qualche mese fa, di giorno, con lo stesso stratagemma (rompendo una finestra). «Non eravamo in casa – racconta Pilozzi, ma evidentemente qualcosa li disturbò. Ripeto: fortunatamente ieri notte mia moglie e mio figlio non si sono accorti di nulla; non si sono resi conto del rischio che hanno corso. La

visita notturna l’hanno scoperta solo al loro risveglio».

È stato lo stesso Pilozzi, con un post su Facebook a dare la notizia, ieri mattina, incassando la solidarietà e la vicinanza di centinaia di amici e colleghi. A fare denuncia, a metà mattina, è stata personalmente la moglie.

http://iltirreno.gelocal.it/

 

Partecipa alla discussione

Cosa ne pensi? Aggiungi un commento

Devi essere Accesso effettuato per postare un commento.

Roma
Riciclaggio, sequestrato ristorante

Sigilli a ristorante vip, 6 arresti

Rai Video Caffè Paulista
Unica rete televisiva in Italia

Buon Compleanno Carosello! 60 candeline per un mito

Ultimi commenti
Utenti registrati
Iscriviti

Gestore di Sordionline

- Sordionline propone di offrire ciò che occorre per svolgere in modo più efficace ed efficiente le attività quotidiane sfruttando al meglio la comunicazione e le potenzialità offerte da Internet per persone sorde