Pubblicato: venerdì 28.6.2013 alle 17:55
335 Numero visite | Sei in La settimana
Primo piano

Fia, arriva la patente a punti

Saranno consentite 4 sessioni di test durante il mondiale
Condividi questo articolo
Segui Sordionline su
Pubblicato: venerdì 28. 6. 2013 alle 17:55
Categoria: La settimana
335 Numero visite
Commenta: Nessun commento
Postato: webdesigner

PARIGI – Novità significative in vista della prossima stagione di Formula 1: tornano i test e arriva la patente a punti per i piloti. E’ quanto ha stabilito il Consiglio Mondiale della Federazione internazionale dell’automobile (Fia), nella riunione che si è tenuta oggi a Goodwood House.

© Action Images / Reuters/DARREN STAPLES

© Action Images / Reuters/DARREN STAPLES

TEST – Dall’anno prossimo, saranno consentite 4 sessioni di collaudi, di 2 giorni ciascuna, durante il

Mondiale, che si svolgeranno su tracciati europei nelle giornate di martedì e mercoledì, dopo il Gp, per limitare le spese extra a carico dei team. Ancora non sono state stabilite le date ufficiali, ma si ipotizza che le settimane favorite siano quelle successive al Gp di Spagna, di Gran Bretagna, di Ungheria e di Italia.

PATENTE A PUNTI – Il nuovo regolamento sportivo prevede anche l’introduzione di un ‘penalty point system’, una patente a punti che prevede lo stop di una gara per un pilota che accumula più di 12 punti di penalità. Le sanzioni, variabili tra 1 e 3 punti, verranno comminate in base alla gravità delle violazioni commesse.

FORNITORI – Su richiesta della Mercedes, poi, ogni costruttore potrà fornire motori a un massimo di 4 team. Inoltre, è stato stabilito che ogni pilota avrà a disposizione 5 propulsori a stagione e il ricorso a motori supplementari costringerà il driver a partire dalla pit lane nella gara in questione. La sostituzione di uno dei 5 singoli elementi indicati dalle norme, invece, comporterà la perdita di 10 posizioni in griglia.

GOMME – Importanti novità anche per quanto riguarda le gomme: ogni pilota sarà dotato di un treno supplementare di pneumatici da usare esclusivamente nei primi 30 minuti dell’iniziale sessione di prove libere del venerdì. Una misura che incoraggerà le scuderie a scendere in pista senza la necessità di preservare le coperture: per ridurre i costi, diminuirà il numero dei test nelle gallerie del vento, con la possibilità che due squadre condividano un’unica struttura.

SICUREZZA – Infine, obbligo del casco per tutto il personale impegnato nel pit stop e, nella corsia dei box il limite di velocità sarà sempre di 80 km/h (esclusi i circuiti di Melbourne, Montecarlo e Singapore, dove rimarrà a 60 km/h).

http://www.corrieredellosport.it/

 

Partecipa alla discussione
Pagina: Venerearte.com

Videaf News

“Donne segnante” 1° Convegno Internazionale sulla violenza contro le donne sorde

Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne – Mason Perkins Deafness FundSiena 25 novembre 2014 Il 25 novembre a Siena dalle...

Guarda tutti i videaf

Sordinews

Monica e Graziella

Sordinews

Sul set film “Riso Amaro” a Vercelli dell’Associazione Sordi di Cesena

Torniamo ci sono altri 400 km per Cesena gli amici sordi sono felicissimo di aver vissuto questa giornata come in un...

Nessun commento

Prossimi appuntamenti

Legge & Fisco

Diritti e Agevolazioni

beautiful woman

Invalidità per cecità, il codice esenzione è C05

Roma

La Legge italiana consente di non pagare il ticket se colpititi da patologie che non consentono di lavorare   Nell’ambito dei...

Nessun commento

Sondaggio

Webcam al nido, il Garante dice no Che ne pensi?

Visualizza i risultati

Loading ... Loading ...

Notizie di animali

Notizie di animali

cane_sbranato

Cane sbranato da un pitbull. Morsa anche una passante

Macerata

Paura in via Kennedy a Recanati: scatta la denuncia...

Nessun commento

Amici dei lettori

Cliccando qua...

Inviateci le foto, i video e le storie dei vostri amici animali, cani, gatti o altro! - Cliccando qua...Vedi tutti gli Amici animali

Articoli del giorno

Archivio articoli

La settimana
Utenti registrati
Iscriviti
Dona
Aiuta questo sito! Contribuisci alla crescita di Sordionline