Il bambino del Mediterraneo

Pediatria, Catanzaro si propone ‘Città dei bambini’

Pubblicato: lunedì 27.5.2013 alle 10:46
Segui Sordionline su
1.041 Numero visite | Nessun commento
Categoria: Cronaca sordi

L’area materno-infantile dell’A.O. “Pugliese-Ciaccio” individuata quale perno nella tutela della salute

Quella che si profila all’orizzonte è una partnership senza precedenti, protesa verso la costituzione di un progetto“Citta dei più piccoli” che trovi nell’Area materno-infantile dell’Azienda Ospedaliera “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro il suo nucleo centrale.

20130527092835254200

 

Una idea che rafforzerebbe, dando ulteriore forza e prestigio, la prospettiva di fare nel Capoluogo di regione un polo della salute a servizio degli ammalati. Molto significativa a tal proposito la presenza del dott. Giuseppe Profiti, presidente del “Bambino Gesù” di Roma, il quale ha testimoniato l’importanza dello scambio culturale tra realtà ospedaliere differenti per la crescita professionale. Nell’ultima giornata del IX Congresso pediatrico “Il bambino del Mediterraneo”, organizzato dalla SIMEUP con la collaborazione delle altre Società pediatriche presenti con i massimi esponenti, ad essere protagonisti sono statiClub service e le Associazioni di volontariato, in un appuntamento realizzato in collaborazione con il Club Rotary International e la sezione di Catanzaro dell’AMMI (Associazione Mogli Medici Italiani) ed alla presenza della Federazione Medici Pediatri. L’obiettivo della giornata, perfettamente centrato, è stato quello di trasmettere tramite associazioni di volontariato, Croce rossa, istruttori e tutti i soggetti “laici”, cioè non espressamente sanitari, le metodiche di disostruzione, quelle cioè in grado di salvare la vita di un bambino se praticate nei primissimi minuti dopo l’ingestione del corpo estraneo. In particolare, durante l’ultima sessione del convegno “Il bambino del Mediterraneo”, il PastPresident Rotary Club Olgiata di Roma, dott. Marco Squicciarini, ha presentato il progetto “Come Salvare i bambini dal Soffocamento” e sono stati simulati, con istruttori certificati, le manovre di disostruzione.

Il progetto, promosso dal Rotary Club a tutti i governatori italiani, è stato premiato come uno dei migliori dieci del mondo edal suo ideatore è stato assegnato il “Paul Harris”, supremo riconoscimento rotariano, ma anche il patrocinio della Presidenza nazionale ENS (Ente Nazionale Sordi), della UIC (Unione Italiana Ciechi) e dalla SIOI (Associazione Italiana per il Sostegno delle Nazioni Unite) vista la sua applicabilità anche a persone non vedenti e non udenti. All’assise di Squillace Lido hanno preso parte anche ENS e UIC poiché le manovre di disostruzione possono essere praticate anche da soggetti non vedenti e non udenti, ben lontani – in questi – casi dalle persone deboli che si è abituati a pensare. Un ruolo di primo piano è stato svolto dal dott. Giovanni Capocasale, co-presidente del Congresso, dirigente nazionale Simeup e presidente del Rotary di Crotone. Secondo il pediatra calabrese “le iniziative medico-scientifiche e la funzionalità strutturale e professionale nei confronti dei bambini che l’Azienda Ospedaliera Pugliese-Ciaccio ormai assicura, consentono a Catanzaro di proporsi come “Città dei più piccoli” di riferimento”. Per la dott.Stefania Zampogna, dirigente medico del “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro e membro del direttivo nazionale della Società pediatrica di Emergenza-Urgenza “oltre alla funzione di una Calabria antesignana nella divulgazione della disostruzione grazie al ruolo della Simeup, oggi si attribuisce un valore aggiunto con la trasmissione di modalità salva-vita alle categorie più deboli, come ciechi e sordi. Anche nell’ultima giornata sono stati delineati percorsi diagnostici terapeutici sulle patologie che più frequentemente giungono all’osservazione del pediatra in ambito allergologico, gastroenterologico, chirurgico e nefrologico.

Le prospettive sono quelle di avere una classe pediatrica che risponda sempre di più a quelle che sono le reali esigenze della popolazione nell’ambito dell’assistenza sanitaria e di creare una rete di emergenza ed urgenza integrata perfettamente con l’ospedale ed il territorio. L’epilogo di questa assise medico-scientifica svoltasi sullo Jonio catanzarese -dove sono arrivati congressisti da tutta Italia- ha confermato che l’attenzione sulle grandi tematiche che investono l’assistenza nell’intera area pediatrica trova sempre massima concentrazione nel confronto serrato tra le varie scuole pediatriche nazionali ed internazionali.

http://www.catanzaroinforma.it/

 

Tags correlati: , , , , ,
Articoli sullo stesso argomento

Strumenti
Stampa questa pagina Stampa questa pagina
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico
Scrivi il tuo articolo
Iscriviti alla Newsletter


Titolo della pagina:

Pediatria, Catanzaro si propone ‘Città dei bambini’


Questo indirizzo (URL) del sito di una pagina:
http://www.sordionline.com/index.php/2013/05/pediatria-catanzaro-si-propone-citta-dei-bambini/

Cosa ne pensi? Aggiungi un commento

Per scrivere: Accedi oppure registrati per pubblicare un commento.

Ultimi commenti
Chi: #AssistenzaH24Subito : Aggiornamenti in tempo reale sul caso dei disabili siciliani senza assistenza domiciliare H24 da 20anni « #StopAllaViolenzaSuiDisabili

Jovanotti con Pif: «Mi fa schifo chi prende in giro i disabili siciliani»

Data: 20-6-2017

Utenti registrati
Iscriviti

Gestore di Sordionline

-

Sordionline propone di offrire ciò che occorre per svolgere in modo più efficace ed efficiente le attività quotidiane sfruttando al meglio la comunicazione e le potenzialità offerte da Internet per persone sorde